Medicina

Parkinson, nasce la prima cattedra in Svizzera

L’Inselspital di Berna ospiterà il primo polo specializzato nel nostro Paese - La malattia colpisce oltre 15.000 persone

Parkinson, nasce la prima cattedra in Svizzera
Foto Archivio CdT

Parkinson, nasce la prima cattedra in Svizzera

Foto Archivio CdT

BERNA - La clinica universitaria di neurologia dell’Inselspital di Berna ha creato la prima cattedra svizzera specializzata in Parkinson, una malattia che colpisce oltre 15’000 persone nel Paese. L’incarico è assunto dal professor Paul Krack, esperto rinomato a livello internazionale.

Con la creazione di questo posto si vuole incentivare la collaborazione interdisciplinare nel lavoro clinico quotidiano e nella ricerca sulla malattia. Il progetto è stato avviato da Parkinson Svizzera, che partecipa al suo finanziamento, precisa una nota odierna dell’Inselspital. Paul Krack, medico primario e direttore del centro per disturbi motori della clinica universitaria di neurologia dell’Inselspital (diretta dal professor Claudio Bassetti), è noto in particolare per la sua attività scientifica nell’ambito della stimolazione cerebrale profonda.

Nel suo lavoro clinico e scientifico, Krack si interessa dei cambiamenti comportamentali presso i parkinsoniani, dovuti in taluni casi alla malattia e in altri ai farmaci o alla stimolazione cerebrale.

Oltre a sviluppare un approccio terapeutico integrato e su misura per ciascun paziente, il professore svolgerà anche ricerche sulle possibilità di misurazione clinica ed elettrofisiologica del comportamento dei parkinsoniani. Si propone di identificare nel cervello marcatori biologici che consentano a un sensore di riconoscere cambiamenti di comportamento e quindi ottimizzare in modo continuo e individuale la stimolazione mediante «pacemaker cerebrale».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Svizzera
  • 1