Accordo quadro, basta con i misteri

UE

Martedì la Commissione di politica estera del Nazionale sentirà alcuni esperti su pro e contro dell’intesa - Schneider-Schneiter chiede lumi al Governo

 Accordo quadro, basta con i misteri
Accordo quadro: un tema complicato, da rendere più accessibile. (Foto Reguzzi)

Accordo quadro, basta con i misteri

Accordo quadro: un tema complicato, da rendere più accessibile. (Foto Reguzzi)

Si finisce per parlarne. Tutti, chi più chi meno. Alcuni lo osteggiano a prescindere, altri lo invocano per pura ideologia. L’accordo quadro è sulla bocca di tutti, eppure resta in parte un mistero persino per gli addetti ai lavori. Tempo dunque di fare chiarezza su un tema che da tempo catalizza l’attenzione pubblica e il cui capitolo conclusivo sembra ora essere a portata di mano.

S’iscrive proprio in un’ottica chiarificatrice la serie di audizioni pubbliche che la Commissione di politica estera del Nazionale organizza martedì prossimo: per tre ore verranno sentiti sei esperti provenienti da vari ambiti scientifici (tra cui Christa Tobler dell’Europainstitut dell’Università di Basilea, cfr. intervista qui sotto). Le audizioni (a cui presenzierà anche il segretario di Stato Roberto Balzaretti)...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1