PARLAMENTO

Anche gli Stati rendono la vita più difficile al lupo

Via libera della Camera alta all’allentamento della legge sulla caccia e della protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici - Gli interventi di regolazione dovrebbero essere permessi dal primo settembre al 31 gennaio

Anche gli Stati rendono la vita più difficile al lupo
(Foto Keystone)

Anche gli Stati rendono la vita più difficile al lupo

(Foto Keystone)

BERNA - Seguendo il parere del Consiglio nazionale, oggi gli Stati hanno a loro volta allentato la legge sulla caccia, segnatamente per quel che concerne l’abbattimento dei grandi predatori. Con la revisione si fa esplicito riferimento alla regolazione degli effettivi di specie protette e non più solo all’abbattimento di animali isolati.

Il Consiglio federale intendeva però limitare la regolazione solo alla prevenzione di danni «ingenti» o pericoli «concreti» per l’uomo che non possono essere garantiti «mediante misure ragionevolmente esigibili». Nella versione uscita dai banchi del Nazionale e adottata oggi dagli Stati si fa però riferimento unicamente alla «prevenzione di danni o di un pericolo concreto per l’uomo».

In merito al lupo, gli interventi di regolazione dovrebbero essere permessi dal primo settembre al 31 gennaio. Il Consiglio federale potrà allungare la lista ad altre specie protette.

Il dossier torna ora al Nazionale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1