Elisabeth Schneider-Schneiter punta a sostituire Doris Leuthard

Il PPD di Basilea campagna ha appoggiato la sua nomina all'unanimità

Elisabeth Schneider-Schneiter punta a sostituire Doris Leuthard

Elisabeth Schneider-Schneiter punta a sostituire Doris Leuthard

BERNA - La consigliera nazionale PPD Elisabeth Schneider-Schneiter (BL) ambisce a succedere a Doris Leuthard in Consiglio federale. Lo ha annunciato lei stessa questa sera in occasione di una riunione della sezione cantonale del Partito popolare democratico a Zwingen (BL). La 54enne è stata eletta all'unanimità.

Entrata a far parte del Consiglio Nazionale nel 2010, Elisabeth Schneider-Schneiter figura tra i papabili più in vista del PPD. Presiede la Commissione di politica estera del Nazionale e fa parte della delegazione svizzera presso il Consiglio d'Europa. È inoltre membro della Presidenza del PPD svizzero.

Presidente della Camera di commercio delle due Basilea, la giurista ha fatto parte del parlamento del suo cantone dal 1999 al 2010 e lo ha presieduto tra il 2006 e il 2007. Domiciliata a Biel-Benken (BL), Schneider-Schneiter è sposata e ha due figli.

Si tratta del terzo esponente democristiano a manifestare la propria intenzione a concorrere per il seggio lasciato libero da Doris Leuthard in governo. Gli altri due sono il consigliere agli Stati di Zugo, Peter Hegglin, e la ministra urana Heidi Z'graggen, che è scesa in campo proprio oggi.

La consigliera nazionale Viola Amherd (PPD/VS) comunicherà una eventuale candidatura nei prossimi giorni: è infatti stata ricoverata in ospedale domenica scorsa a causa di calcoli renali.

Le sezioni cantonali del PPD hanno tempo fino al 25 ottobre per annunciare i loro candidati alla sostituzione di Doris Leuthard. Il gruppo parlamentare democristiano compirà la sua scelta il 17 novembre. Le elezioni si terranno il 5 dicembre.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica