PLR

Gössi ai suoi: «Fare ancora meglio del 2015»

Il partito presenta il piano d’attacco in previsione del 20 ottobre. Obiettivo: sbaragliare il PS. Ecco con queli mezzi.

Gössi ai suoi: «Fare ancora meglio del 2015»
(Foto Keystone)

Gössi ai suoi: «Fare ancora meglio del 2015»

(Foto Keystone)

Il PLR affila i coltelli. All’evento di avvio della campagna per le elezioni federali di quest’anno, ieri sera ad Aarau, la presidente Petra Gössi ha sottolineato la volontà e la necessità del partito di avvicinarsi alla popolazione. Come il PS, che intende sentire per telefono i propri elettori, anche il PLR deve puntare sul contatto diretto con i cittadini. Inoltre, il concetto di «patria» sarà al centro della corsa elettorale che terminerà il 20 ottobre. Un concetto col quale non si vuole copiare quello su cui si basa da tempo l’UDC, ha sottolineato Gössi. Il termine non è stato preso in prestito da nessuno, ha enfatizzato: «Noi vogliamo una patria che si rivolge al futuro. Facciamo politica perché la nostra patria abbia successo anche in futuro», ha affermato la consigliera nazionale davanti a circa 200 liberali-radicali.

Gössi ha invitato quindi il suo partito a mobilitare ogni possibile elettore. Più di quanto fatto all’ultimo rinnovo delle Camere, nel 2015. Convincere solo la metà dei simpatizzanti a votare PLR è un risultato che non deve più ripetersi, ha detto. Quattro anni fa il PS era riuscito a mobiliare due terzi del suo intero elettorato. L’UDC addirittura il 100%. Essere altrettanto o ancora più convincenti per i liberali-radicali vuol dire andare di casa in casa, conoscere i cittadini di persona, parlare con loro, capire i loro problemi. Un’attività alla quale la stessa presidente si è dedicata negli scorsi giorni a Zurigo, ha affermato. Per raggiungere l’obiettivo principale, ovvero superare i socialisti in Parlamento, Gössi ha bisogno che tutto il partito faccia uno sforzo in questa direzione.

La campagna elettorale PLR ha infine anche un modello: Alfred Escher, al quale è stato dedicato una mongolfiera che farà il giro delle sezioni cantonali. Il politico vissuto nel 19. secolo è stato un innovatore, capace di concretizzare molte delle sue idee.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1
    Lavoro

    Rumeni e bulgari bussano già

    Dal 1. giugno è in vigore l’estensione della libera circolazione della manodopera estera – Somazzi Safta: regolari richieste d’informazione, ma soprattutto dagli emigrati in Italia

  • 2
    Camere

    Territorio: una revisione... da rivedere

    La Commissione dell’ambiente del Nazionale boccia la proposta del Governo inerente la LPT2 e promette nuove soluzioni – Soddisfatta l’Associazione «Per la natura, il paesaggio e il patrimonio costruito», che chiede ci si basi sulla sua iniziativa popolare contro la cementificazione

  • 3
  • 4
  • 5
    GRIGIONI

    Appaltopoli, conclusa l’indagine

    La Commissione parlamentare d’inchiesta ha terminato i lavori sullo scandalo degli appalti truccati - Durante l’estate sarà redatto il rapporto parziale

  • 1