Sanità

Il PS mostra i muscoli

«Se non cambiate vi facciamo causa» - Dopo la sentenza del Tribunale federale che obbliga il Canton Lucerna a rimborsare i contributi tolti a 8.000 famiglie per i premi di cassa malati, il partito dà un ultimatum ad altri sette Cantoni - Il Ticino è «salvo»

Il PS mostra i muscoli
(Foto Reguzzi)

Il PS mostra i muscoli

(Foto Reguzzi)

Oltre al Canton Lucerna, appena «bacchettato» con una sentenza del Tribunale federale (pubblicata sabato dal PS lucernese) per aver abbassato eccessivamente il reddito massimo oltre il quale non è possibile ricevere sussidi per il premio di cassa malati, ci sarebbero altri 7 Cantoni che violerebbero le raccomandazioni dei giudici federali. Secondo le stime del PS, che si è basato sull’ultimo rapporto di monitoring della riduzione dei premi dell’Ufficio federale della sanità, anche a Berna, in Vallese, nel canton Glarona, nei due semicantoni appenzellesi, in Argovia e nel canton Neuchâtel le famiglie che, secondo la LaMal avrebbero diritto a sussidi, non ricevono alcun sostegno. Dopo la vittoria del PS lucernese, che ha sostenuto la causa arrivata fino alla massima autorità giudiziaria svizzera, ora il PS svizzero dà un mese di tempo a tutti i cantoni, ma soprattutto a quelli sopraccitati, per rivedere le proprie norme in materia. In caso di violazione delle direttive del Tribunale federale il partito si dice pronto a intraprendere le vie legali. Lo ha comunicato oggi la stessa formazione politica in una conferenza stampa a Berna.

Il Tribunale di Losanna ha infatti stabilito che, benché vada rispettata l’autonomia cantonale, il limite massimo del reddito di una economia domestica perché questa abbia il diritto di ricevere sussidi non debba essere inferiore al 70% del salario mediano. Una percentuale non rispettata dai cantoni sopraccitati.

Il Ticino non si trova tra i cantoni finiti nel mirino. Questa mattina il capo del Dipartimento della sanità Paolo Beltraminelli, in occasione di un incontro con i media a Bellinzona, ha dichiarato che il Cantone spende annualmente 300 milioni di sussidi per i premi di cassa malati, più di 800 franchi pro capite (a Lucerna 400). Ciò rende il Ticino uno dei Cantoni «più generosi in Svizzera, secondo solo a Basilea Città».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1