«Il velo integrale cancella la donna dallo spazio pubblico»

L’intervista

Fra le personalità più impegnate per il divieto di dissimulazione del viso in votazione il 7 marzo c’è Saïda Keller-Messahli

«Il velo integrale cancella la donna dallo spazio pubblico»
© Keystone/Christian Beutler

«Il velo integrale cancella la donna dallo spazio pubblico»

© Keystone/Christian Beutler

Fra le personalità più impegnate per il divieto di dissimulazione del viso (iniziativa anti-burqa), in votazione il 7 marzo, c’è Saïda Keller-Messahli, fondatrice e presidente del Forum per un Islam progressista. L’abbiamo intervistata.

In Svizzera si calcola ci siano una trentina di donne che portano il velo integrale. E secondo studi lo fanno volontariamente. È giusto andare a modificare la Costituzione federale per un fenomeno tanto marginale?«Lo studio a cui si riferisce è dibattuto. Il suo autore, il ricercatore Andreas Tunger-Zanetti, ha parlato con una sola donna con il velo integrale. Non lo trovo serio. A ogni modo lo studio parla di donne convertitesi in Svizzera. Si tratta di una categoria speciale, appunto perché ha scelto volontariamente di mettere il burqa o il niqab. Non l’ha...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1