«La campagna del PPD è diffamatoria, va interrotta»

Bufera

La candidata al Consiglio nazionale Marion Maurer (PLR/LU) chiede che le inserzioni vengano rimosse: «Troppo aggressiva, è come un’azione di mobbing»

«La campagna del PPD è diffamatoria, va interrotta»

«La campagna del PPD è diffamatoria, va interrotta»

La campagna del PPD basata su inserzioni che appaiono su Google è come un’azione di mobbing. Questo è quello che prova la candidata al Consiglio nazionale Marion Maurer (PLR/LU), che chiede l’interruzione immediata dell’azione elettorale.

Il PPD ha lanciato una campagna aggressiva direttamente contro gli avversari politici, un fatto che secondo Maurer va decisamente troppo oltre. Chi su Google cerca il nomi di candidati al Nazionale o agli Stati, trova come primo risultato un’inserzione.

Cliccando su questo collegamento si apre una pagina del PPD, che in apertura ricorda i colori del partito del candidato che si stava inizialmente cercando (ad esempio dell’UDC). Il contenuto riporta però il punto di vista dei popolari-democratici, che contraddice quello del candidato ricercato in origine.

Maurer chiede ora che queste inserzioni - che hanno avuto grande risalto sui media - vengano rimosse al più tardi domani e ha espressamente vietato al PPD l’utilizzo del suo nome. Il suo nominativo è stato in effetti usato senza alcun permesso, si legge in una presa di posizione odierna.

La candidata liberale-radicale si è rivolta anche direttamente a Google, riservandosi il diritto di azioni legali. Chiede in particolare di impedire che il suo nome venga in qualche modo affiancato alla «campagna diffamatoria del PPD Svizzera».

Maurer domanda anche agli altri politici colpiti dall’azione di ribellarsi, invitandoli a utilizzare liberamente i suoi testi di protesta creati per l’occasione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 2
  • 3

    Per i nuovi caccia costi complessivi di 18 miliardi

    Esercito

    È la stima del Dipartimento federale della difesa: oltre ai costi di acquisto previsti, pari a 6 miliardi di franchi, vi saranno altri 12 miliardi di franchi per l’intera durata di esercizio degli aerei da combattimento - Il popolo voterà il 27 settembre

  • 4

    Alexei Navalny accusa la procura federale svizzera

    Giustizia

    Secondo l’oppositore russo il Ministero pubblico della Confederazione avrebbe intrattenuto stretti contatti con rappresentanti del ministero pubblico russo, che avrebbero ostacolato o impedito importanti inchieste su presunti casi di riciclaggio di denaro in Svizzera

  • 5

    I Verdi svizzeri aprono al PPD

    Politica

    L’obiettivo è di creare alleanze più ampie, ha detto il candidato alla presidenza Balthasar Glättli, che vuole ravvivare la concorrenza con i socialisti

  • 1
  • 1