Libero scambio: «Serve un accordo con gli Stati Uniti»

Berna

Lo chiede una mozione del deputato lucernese Konrad Graber accolta oggi per 122 voti a 47 anche dal Consiglio nazionale

Libero scambio: «Serve un accordo con gli Stati Uniti»
Foto Maffi

Libero scambio: «Serve un accordo con gli Stati Uniti»

Foto Maffi

BERNA - Dopo lo smacco del 2006, il Consiglio federale deve riavviare negoziati con gli Stati Uniti per la conclusione di un accordo di libero scambio. Lo chiede una mozione del «senatore» Konrad Graber (PPD/LU) accolta oggi per 122 voti a 47 anche dal Consiglio nazionale.

Stando al relatore della commissione, Claude Béglé (PPD/VD), per un Paese come la Svizzera, fortemente orientato all’esportazione, è fondamentale migliorare le condizioni di accesso ai mercati esteri, specie degli Stati Uniti, il nostro secondo partner commerciale che sta vivendo un periodo di forte crescita.

Un opinione condivisa da una buona parte del plenum, anche se da sinistra sono giunte critiche. Sibel Arslan (Verdi/BS) ha fatto notare che ci sono aspetti critici che non possono essere negoziati (carne agli ormoni, ecc).

Favorevole alla mozione invece il Consigliere federale Guy Parmelin, secondo cui ci sono le condizioni per l’avvio di negoziati.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1

    Il terzo passo verso la normalità

    Svizzera

    Il Consiglio federale è pronto a comunicare la nuova tappa di allentamenti in vigore dall’8 giugno - Verrà innalzato il limite massimo di persone per gli assembramenti: ma di quanto? - Attesa in Ticino per le decisioni su frontiere e scuole medie superiori

  • 2

    Sommaruga a colloquio con Rohani

    BERNA-TEHERAN

    La presidente della Confederazione e il presidente iraniano hanno avuto oggi un incontro telefonico per discutere di questioni bilaterali, della pandemia di coronavirus e dell’accordo per l’esportazione di beni umanitari tra i due Paesi

  • 3

    Facilitazioni per il cambio di sesso

    Berna

    Secondo la Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati dovrebbe essere più semplice far modificare l’iscrizione del sesso nel registro di stato civile

  • 4

    Un primo sì all’app di tracciamento

    berna

    Via libera dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati, che però ritiene necessari alcune modifiche al progetto del Goveno

  • 5

    Cento milioni in più per la formazione degli infermieri

    svizzera

    È quanto ha deciso la Commissione della sicurezza sociale e della sanità degli Stati - Concretamente, la Confederazione sarebbe chiamata a sostenere i Cantoni nella formazione degli studenti in cure infermieristiche alla luce dell’importanza di questa categoria di lavoratori emersa durante l’emergenza

  • 1
  • 1