Manifestazione a Neuchâtel contro le restrizioni

svizzera

Le persone scese in piazza sarebbero state circa ottocento

Manifestazione a Neuchâtel contro le restrizioni
I ristoratori in rivolta manifestano. ©KEYSTONE/SANDRA HILDEBRANDT

Manifestazione a Neuchâtel contro le restrizioni

I ristoratori in rivolta manifestano. ©KEYSTONE/SANDRA HILDEBRANDT

Circa 800 persone hanno preso parte a una manifestazione contro le restrizioni legate al Covid-19 oggi a Neuchâtel. Due settimane fa, si era già svolta una protesta simile.

La dimostrazione era autorizzata dalla polizia, ma molti partecipanti non indossavano maschere protettive. Sugli striscioni si potevamo leggere slogan come «toglietevi le maschere», «libertà» o «basta così».

Una prima manifestazione a sostegno dei ristoratori si era svolta il 9 gennaio a Neuchâtel con circa 500 persone. Nel corso della seconda, il 13 febbraio, era stata richiesta la riapertura dei luoghi pubblici (negozi, ristoranti, luoghi di cultura) il 1° marzo. Quel giorno avevano manifestato in Svizzera anche i circoli culturali con lo slogan «Niente cultura, niente futuro».

Dopo la decisione del Consiglio federale di mantenere chiusi bar e ristoranti, i gestori hanno deciso di manifestare di nuovo oggi. Oltre alla riapertura dei loro locali, hanno chiesto maggiore sostegno finanziario per sopravvivere alla crisi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1