Maurer atteso da Putin

Rapporti internazionali

Il presidente della Confederazione incontrerà a Mosca il suo omologo russo: al centro del colloquio i conflitti in Ucraina, nel Caucaso e in Siria

 Maurer atteso da Putin
©Keystone/Anthony Anex, AP Photo/Alexei Nikolsky

Maurer atteso da Putin

©Keystone/Anthony Anex, AP Photo/Alexei Nikolsky

Dopodomani il presidente della Confederazione Ueli Maurer incontrerà a Mosca il presidente russo Vladimir Putin. Il loro colloquio verterà sui conflitti nell’Ucraina orientale, nel Caucaso meridionale e in Siria nonché sull’impegno politico della Svizzera a favore della pace in queste regioni, indica una nota diramata poco fa dal Dipartimento federale delle finanze (DFF), diretto dallo stesso Maurer.

Berna si impegna politicamente a favore della pace in numerosi conflitti in cui la Russia ha un ruolo di primo piano, ricorda il comunicato. Da marzo 2009 la Svizzera esercita ad esempio un mandato di potenza protettrice per la Russia in Georgia e viceversa.

All’ordine del giorno dell’incontro tra Maurer e Putin vi sarà anche lo sviluppo delle relazioni economiche. Il presidente della Confederazione ha in programma pure una visita al primo ministro Dmitrij Medvedev e un incontro con rappresentanti svizzeri del settore economico.

Dopo Mosca, il presidente della Confederazione si recherà in Kazakistan per una visita di lavoro, nel contesto della quale venerdì incontrerà il presidente Qasym-Jomart Toqaev, con cui discuterà in particolare dei presupposti necessari per intensificare le relazioni economiche, soprattutto nel contesto dell’Iniziativa per una nuova Via della seta e della dichiarazione d’intenti firmata a Pechino nella primavera 2019 allo scopo di facilitare la cooperazione tra la Svizzera, la Cina e Stati terzi.

Oltre al colloquio con Toqaev sono previsti anche incontri di lavoro con il primo ministro Asqar Mamin e il ministro delle finanze Alikhan Smailov. Maurer aprirà infine una tavola rotonda con rappresentanti del mondo economico di entrambi i Paesi e parteciperà a un ricevimento svizzero-kazako.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1

    Il Governo retico in azione contro mafia e società bucalettere

    IL PIANO

    Coira si attiverà a Berna affinché il piano d’azione previsto dalla Confederazione sia esteso alle regioni italianofone dei Grigioni - Nel frattempo il cantone ha già lanciato un’offensiva contro le società «bucalettere», intensificando i controlli e negando permessi a un centinaio di società e a oltre 30 persone

  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 1
  • 1