Né sì né no ma tante domande

Accordo quadro

Cantoni, PS e PPD ributtano la palla nel campo del Governo e chiedono chiarimenti sull’intesa con l’Ue - Senza risposte concrete su quattro temi principali, dicono, è impossibile sostenere la bozza

Né sì né no ma tante domande
(foto Reguzzi)

Né sì né no ma tante domande

(foto Reguzzi)

BERNA - L’ampia consultazione sull’accordo quadro istituzionale fra Berna e Bruxelles è praticamente giunta al capolinea. Sulla bozza dell’intesa presentata dal Governo le opinioni chiare e nette stentano però a emergere. Anzi, con la presa di posizione da parte della Conferenza dei Governi cantonali la lista dei «né sì né no» si allunga. Secondo i Cantoni, ha spiegato alla stampa Benedikt Würth (PPD), consigliere di Stato sangallese e presidente della Conferenza, prima di poter prendere una decisione, per i 26 è necessario che il Consiglio federale chiarifichi più punti. Una «non posizione», questa, che va nella stessa direzione di quelle del Partito socialista (che ieri ha inviato una missiva al Governo, con oltre 60 domande) e del Partito popolare democratico (che chiede una discussione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1