Ginevra

Negozi aperti per tre domeniche all’anno: sì alle urne

I cittadini in votazione cantonale hanno accolto la misura con il 53,29% di sì per un periodo sperimentale di due anni

Negozi aperti per tre domeniche all’anno: sì alle urne

Negozi aperti per tre domeniche all’anno: sì alle urne

GINEVRA - I ginevrini hanno detto sì oggi con il 52,53% dei voti all’apertura dei negozi nel cantone per tre domeniche all’anno, per un periodo sperimentale di due anni. La partecipazione al voto è stata del 45,29%.

Già nel novembre 2016 avevano detto di sì, ma la misura aveva allora per condizione l’esistenza di un contratto collettivo di lavoro esteso nel settore, CCL che non ha mai visto la luce poiché le parti sociali non sono riuscite ad accordarsi.

La maggioranza di destra del Gran Consiglio ha votato una nuova legge lo scorso settembre per autorizzare le tre domeniche anche in assenza di un CCL, al che la sinistra ha risposto con un referendum.

La proposta in votazione oggi è stata accolta con 61’138 voti contro 55’252. «È una vittoria per le imprese ginevrine e per l’occupazione nel settore», ha detto a Keystone-ATS il deputato del PLR Jacques Béné, uno degli autori del disegno di legge. «Si tratta di un passo importante nella lotta al turismo degli acquisti, anche se l’apertura di tre domeniche all’anno non sarà sufficiente. Tuttavia, la legge federale ci impedisce di fare di più», ha osservato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1