CONSIGLIO FEDERALe

Nessun prolungamento di orario per «Seven25»

Bocciata la richiesta del consigliere nazionale Marco Romano - L’abbonamento che ha sostituito il «Binario 7» varrà solo dalle 19 alle 5

Nessun prolungamento di orario per «Seven25»
(Foto Reguzzi)

Nessun prolungamento di orario per «Seven25»

(Foto Reguzzi)

BERNA - L’abbonamento «Seven25» destinato ai giovani fino ai 25 anni, che ha sostituito il «Binario 7», deve essere valevole come ora dalle 19.00 alle 05.00. Il Consiglio federale non auspica di prolungare la sua validità già dalla fine del pomeriggio e sino alla mattina seguente.

La richiesta del consigliere nazionale Marco Romano (PPD/TI), contenuta in due mozioni, di anticipare la sua validità già dalle 17.00 e fino alle 07.00 del giorno dopo farebbe, secondo il Governo, nascere un nuovo problema. È infatti tra le 17.00 e le 18.00 che si conta il maggior numero di viaggiatori sulla rete dei trasporti pubblici. Questa, aggiunge l’esecutivo, è un’ora di punta su tutto il territorio svizzero.

Dal primo maggio, l’abbonamento «Binario 7» per i giovani fino a 25 anni è stato sostituito dall’abbonamento denominato «Seven25». Il prezzo è cambiato, il raggio di validità è stato esteso e l’obbligo di possedere un abbonamento metà prezzo è stato abbandonato. Dal canto loro, gli orari di validità sono rimasti immutati.

Secondo il Consiglio federale, se l’abbonamento fosse valido dalle 17.00 alle 07.00, i giovani non lo userebbero più soltanto per uscire la sera, ma eventualmente anche per recarsi e rientrare tutti i giorni dal lavoro. «Una simile offerta farebbe concorrenza agli abbonamenti per pendolari e a quel punto bisognerebbe mettere in conto un importante calo delle entrate», precisa il Governo nella sua risposta. «Una tale modifica sarebbe quindi possibile soltanto attuando un forte aumento dei prezzi».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1