Potenziamento in vista per i treni transfrontalieri

FFS

I vertici delle Ferrovie federali svizzere hanno informato in tal senso la Commissione dei trasporti del Nazionale

 Potenziamento in vista per i treni transfrontalieri
© CdT/Archivio

Potenziamento in vista per i treni transfrontalieri

© CdT/Archivio

Le FFS intendono potenziare l’offerta di treni transfrontalieri, in particolare notturni. Anche in caso di utilizzo ottimale, in Svizzera non sarebbe tuttavia possibile coprirne i costi. La Commissione dei trasporti del Nazionale è stata informata oggi dai vertici dell’azienda e dall’Ufficio federale dei trasporti (UFT) degli approcci che consentirebbero di sostenerla.

Stando a un sondaggio pubblicato in giugno dall’Associazione traffico e ambiente (ATA) c’è una grande richiesta di treni notturni. Le FFS hanno venduto i convogli con cuccette anni fa. Oggi sono le Ferrovie austriache (ÖBB) a gestire questo traffico. In maggio le FFS hanno annunciato la volontà di riaffacciarsi in questo mercato, in collaborazione con la compagnia austriaca.

Sempre oggi la commissione ha incontrato la presidente del cda delle FFS, Monika Ribar, i responsabili del Dipartimento dei trasporti (DATEC) per discutere di puntualità dei treni, sicurezza di viaggiatori e collaboratori e periodica carenza di personale, si legge in una nota dei servizi del parlamento.

La commissione voleva essere informata sullo stato attuale e le prospettive della compagnia alla luce delle difficoltà riscontrate negli ultimi tempi. Ribar ha informato i deputati sulle misure pianificate e già attuate con cui «le FFS possono e devono ritrovare la strada per tornare a essere un fornitore d’eccellenza».

La commissione si aspetta ora che l’impresa attui con coerenza quanto pianificato e informi sempre in modo trasparente. Dalle autorità della Confederazione si attende che accompagnino questo processo in maniera costruttiva e svolgano un’attività di vigilanza coerente.

Al parlamento e al Consiglio federale tocca, nel corso della prossima legislatura, l’importante compito di fornire condizioni quadro favorevoli a lungo termine per garantire un servizio pubblico eccellente che offra a passeggeri e collaboratori treni puntuali e sicurezza, aggiunge la nota.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 2

    Tutti contro l’iniziativa UDC

    Immigrazione

    Dopo il Nazionale, anche gli Stati hanno cassato il testo che «metterebbe in discussione l’approccio bilaterale con l’UE nel suo complesso (gli accordi decadrebbero in virtù della clausola ghigliottina)», come sostenuto dal Governo

  • 3
  • 4
  • 5

    I Verdi arrancano nell’assalto a Cassis

    Berna

    È iniziato il conto alla rovescia per l’elezione del Consiglio federale – L’ecologista Regula Rytz andrà all’attacco del ministro PLR ma al momento non ha i numeri per batterlo

  • 1
  • 1