Segreto bancario, come imparare dal passato?

Analisi

È la domanda che si è posto Stefan Tobler, sociologo, in un libro - Per il ricercatore si sarebbe dovuto ascoltare chi aveva previsto i contenziosi fiscali con altri Paesi - «La Svizzera dovrebbe creare condizioni quadro sostenibili anche nei momenti di tensione»

Segreto bancario, come imparare dal passato?
(Foto Archivio CdT)

Segreto bancario, come imparare dal passato?

(Foto Archivio CdT)

ZURIGO - Miliardi. Il contenzioso fiscale con i Paesi esteri è costato alle banche svizzere miliardi. Eppure qualcuno, prima del la crisi globale del 2008, anno in cui la frantumazione del segreto bancario ha avuto il suo inizio, aveva già previsto in che direzione si stava andando. Se in quel fatidico anno politica, autorità e banche avessero saputo interpretare correttamente la situazione e se, due anni prima, parallelamente al piano di crescita degli istituti di credito, si fosse prevista una strategia alternativa, le cose sarebbero potute andare diversamente. È la teoria di Stefan Tobler, sociologo e ricercatore già impiegato presso l’Associazione svizzera dei banchieri. Teoria presentata in un volume pubblicato da NZZ Libro: «Der Kampf um das Schweizer Bankgeheimnis» («La lotta per il...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1