Riforma cantonale

Soletta, respinta di misura per l’applicazione della RFFA

Principale punto di disaccordo era la riduzione dell’aliquota d’imposta sull’utile delle imprese

Soletta, respinta di misura per l’applicazione della RFFA
(Foto archivio CdT)

Soletta, respinta di misura per l’applicazione della RFFA

(Foto archivio CdT)

OLTEN - Pur approvando a livello federale la legge sulla riforma fiscale e il finanziamento dell’AVS, nel canton Soletta i votanti hanno respinto di misura, con il 51,4% di «no», il progetto per l’applicazione a livello cantonale della RFFA. La partecipazione ha raggiunto il 42,7%. Principale punto di disaccordo della riforma cantonale era la riduzione dell’aliquota d’imposta sull’utile delle imprese, che dall’attuale livello massimo del 21,4%, sarebbe passato nel 2020 al 16,3%, per poi scendere al 13,1% per tutte le società. Le imposte versate dalla persone giuridiche al Cantone e ai comuni sarebbero di conseguenza diminuite di 58 milioni di franchi il primo anno e di 120 milioni in seguito. La riforma prevedeva anche misure di compensazione, come l’aumento dell’imposizione sulle sostanze che superano il milione di franchi e la riduzione della pressione fiscale sui salari più modesti. Ancora non è chiaro come le autorità reagiranno alla bocciatura. I cantoni hanno tempo fino al primo gennaio 2020 per adattare la propria legislazione alla RFFA. L’oggetto federale è stato approvato dai solettesi con una il 58,6% di «sì».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1