Un ponte per «tirare» fino alla pensione

Consiglio federale

In determinate condizioni le persone che hanno esaurito il diritto all’indennità contro la disoccupazione dopo i 60 anni riceveranno una prestazione transitoria: il Governo pone in consultazione un progetto in tal senso

Un ponte per «tirare» fino alla pensione
(Foto Archivio CdT)

Un ponte per «tirare» fino alla pensione

(Foto Archivio CdT)

BERNA - In determinate condizioni le persone che hanno esaurito il diritto all’indennità contro la disoccupazione dopo i 60 anni riceveranno una prestazione transitoria fino al raggiungimento dell’età ordinaria di pensionamento. È questa la visione del Consiglio federale che ha messo in consultazione il pertinente avamprogetto fino al 26 settembre.

I lavoratori anziani con un lungo periodo di disoccupazione alle spalle faticano molto a reinserirsi nel mercato del lavoro. Se esauriscono il diritto alle indennità dell’assicurazione contro la disoccupazione devono consumare la loro sostanza, riscuotere anticipatamente la rendita AVS e spesso anche attingere ai loro averi, ricorda un comunicato governativo.

Tra il 2011 e il 2017 la quota di aiuto sociale dei 60-64enni è aumentata del 47%, ossia in misura superiore a quella delle altre fasce d’età. Per tale ragione l’esecutivo vuole migliorare in modo mirato questa situazione.

Diverse misure sono previste per il reinserimento nel mondo nel lavoro ma, qualora questo non dovesse riuscire, una prestazione transitoria garantirebbe una copertura sociale nel periodo del passaggio al pensionamento.

Per ottenere questa indennità bisognerà adempiere determinati criteri, come ad esempio aver esaurito l’indennità disoccupazione, essere stati assicurati all’AVS almeno 20 anni, disporre di una sostanza inferiore a 100’000 franchi per le persone sole ed a 200’000 franchi per le coppie sposate.

La prestazione transitoria sarà calcolata analogamente alle prestazioni complementari (PC) e corrisponderà pertanto alla differenza tra le spese riconosciute e i redditi computabili.

I costi

Ogni anno gli ultrasessantenni che hanno esaurito il diritto all’indennità di disoccupazione sono stati in media circa 2600. Considerate le condizioni previste, dopo la fase introduttiva gli aventi diritto alla prestazione transitoria saranno poco più di 5000 all’anno.

I costi della prestazione transitoria ammonteranno a 40 milioni di franchi il primo anno (2022), dopodiché aumenteranno progressivamente, stabilizzandosi a circa 260 milioni di franchi all’anno dopo il 2030. In compenso le PC realizzeranno risparmi per 30 milioni di franchi inizialmente e in seguito per 50 milioni di franchi all’anno.

La prestazione transitoria sarà finanziata dalla Confederazione, mentre i risparmi generati nel quadro delle PC andranno per cinque ottavi alla Confederazione e per tre ottavi ai Cantoni. Cantoni e Comuni realizzeranno inoltre risparmi nell’ambito dell’aiuto sociale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1