Previdenza vecchiaia

Un secondo pilastro più solidale

I partner sociali propongono al Governo una riforma che prevede un sistema che riprende quello dell’AVS – Il modello divide l’economia: l’Usam non ci sta – Tutti d’accordo invece su un tasso di conversione del 6% – Le prime reazioni dei partiti

Un secondo pilastro più solidale
(Foto Zocchetti)

Un secondo pilastro più solidale

(Foto Zocchetti)

BERNA - Non solo AVS: nell’ambito del grande cantiere della previdenza vecchiaia anche il secondo pilastro necessita di una cura ricostituente. In una proposta comune sindacati e datori di lavoro hanno presentato al Governo una ricetta forse capace di soddisfare i più che comporterebbe una parte solidale nella previdenza professionale. Gli ambienti economici però sono divisi: mentre...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1