Premio Leenaards 2020 per la ricerca sulle malattie autoimmuni

fondazione

Il riconoscimento è stato conferito a un’équipe guidata dalla professoressa Andrea Ablasser del politecnico federale di Losanna insieme a Michel Gilliet del CHUV

Premio Leenaards 2020 per la ricerca sulle malattie autoimmuni
La professoressa Andrea Ablasser. ©wikipedia

Premio Leenaards 2020 per la ricerca sulle malattie autoimmuni

La professoressa Andrea Ablasser. ©wikipedia

La Fondazione Leenaards ha conferito il suo Premio Scientifico 2020 a un’équipe guidata dalla professoressa Andrea Ablasser del Politecnico federale di Losanna (EPFL), insieme a Michel Gilliet dell’ospedale universitario di Losanna (CHUV). Il loro progetto mira a comprendere meglio le cause e gli effetti dell’iperattività del sistema immunitario in caso di malattia autoimmune. Inoltre sono state attribuite sei borse di studio.

In totale la fondazione assegnerà circa 1,7 milioni di franchi alla ricerca nella regione del Lago lemanico, si legge in un comunicato odierno. L’équipe dell’immunologa Andrea Ablasser e del professore e dermatologo Michel Gilliet riceve 650’000 franchi. In un primo tempo concentrerà i suoi lavori su tre malattie della pelle: la psoriasi, il lupus eritematoso e la sclerodermia (indurimento del tessuto connettivo).

Questo premio per la ricerca medica traslazionale viene assegnato a gruppi di scienziati che promuovono la collaborazione tra ricercatori di almeno due istituzioni dell’arco lemanico. Ogni anno vengono sostenuti da uno a tre progetti.

Sono state anche attribuite sei borse scientifiche per una somma complessiva di 1 milione di franchi. Queste permettono a medici ricercatori di liberare il tempo necessario per le loro ricerche mantenendo comunque la loro attività clinica, precisa la nota, aggiungendo che a occuparsi della selezione delle borse sono la facoltà di biologia e di medicina dell’Università di Losanna.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1