Preoccupazione al CHUV di Losanna: «L’ospedale è pieno»

pandemia

L’allarme viene dal direttore Philippe Eckert: «Nuovi letti di terapia intensiva saranno aggiunti la prossima settimana, alcuni pazienti sono stati trasferiti in altri centri della Svizzera romanda»

Preoccupazione al CHUV di Losanna: «L’ospedale è pieno»
Il direttore Philippe Eckert. / © Keystone

Preoccupazione al CHUV di Losanna: «L’ospedale è pieno»

Il direttore Philippe Eckert. / © Keystone

La situazione al Centro ospedaliero universitario del canton Vaud (CHUV) a Losanna è «preoccupante», dopo il forte aumento del numero di casi di COVID-19 negli ultimi tempi, avverte il direttore Philippe Eckert. Nuovi letti di terapia intensiva saranno aggiunti la prossima settimana.

«L’ospedale è pieno. A questo si aggiunge il problema dell’assenteismo dovuto all’esaurimento del personale e il fatto che un certo numero di dipendenti è affetto da COVID-19», ha detto Eckert in un’intervista pubblicata da 24 Heures.

Alcuni pazienti sono stati trasferiti per diversi giorni in altri ospedali della Svizzera romanda, ha aggiunto. «La Svizzera tedesca è completamente congestionata; non possiamo trasferirvi i pazienti». Il CHUV ha anche iniziato questa settimana a rinviare le operazioni chirurgiche, continua il direttore. «Si tratta di rinvii che non mettono in pericolo la salute o la qualità della vita del paziente [...] Tutte le operazioni urgenti vengono realizzate».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1