Prima donna col velo eletta in Consiglio comunale a Vernier

Ginevra

L’esponente dei Verdi Lucia Dahlab, musulmana convertita, parteciperà alle sedute del legislativo: a Ginevra la legge sulla laicità impediva agli eletti di portare simboli religiosi, ma la disposizione è stata in seguito annullata

Prima donna col velo eletta in Consiglio comunale a Vernier
© Keystone

Prima donna col velo eletta in Consiglio comunale a Vernier

© Keystone

L’esponente dei Verdi Lucia Dahlab, musulmana convertita, è stata eletta nel Consiglio comunale della città di Vernier (GE) e da martedì parteciperà alle sedute, indossando il velo islamico. Si tratta di una pratica consentita dal 2019, in seguito a una sentenza di un tribunale.

Nel canton Ginevra il divieto di simboli religiosi negli organi legislativi era sancito da una legge approvata dalla maggioranza del Gran Consiglio e dal popolo. In seguito a diversi ricorsi, tra cui uno dei Verdi, questa disposizione è stata annullata dalla giustizia nel 2019. Da allora, prima dell’elezione di Dahlab, non vi è stata alcuna donna velata nei vari legislativi del cantone.

«Sono una cittadina come le altre», ha detto Lucia Dahlab in un’intervista pubblicata oggi su «Le Courrier». «Il mio velo non pone alcun problema», ha detto la donna, insegnante di professione.

A Ginevra, Dahlab è nota per aver cercato di ottenere il diritto di indossare il velo nella sua classe. È andata fino alla Corte europea dei diritti dell’uomo, invano.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1