Quarantena all’entrata in Svizzera, tutto quello che c’è da sapere

coronavirus

Regole e sanzioni: ecco i dettagli forniti dalla Confederazione per chi rientra da uno dei 29 Paesi considerati a rischio

Quarantena all’entrata in Svizzera, tutto quello che c’è da sapere
© KEYSTONE/Anthony Anex

Quarantena all’entrata in Svizzera, tutto quello che c’è da sapere

© KEYSTONE/Anthony Anex

A partire dal 6 luglio, tutte le persone che entrano in Svizzera da un Paese o da una zona ad alto rischio di contagio (QUI la lista) devono rimanere in quarantena per dieci giorni. Ecco i dettagli forniti dalla Confederazione questa sera.

1 Quali viaggiatori sono interessati dalla quarantena?

Tutte le persone che entrano in Svizzera da un Paese o da un'area a maggior rischio di contagio sono obbligate a mettersi in quarantena immediatamente dopo il loro ingresso in Svizzera. L'elenco degli Stati o delle aree ad alto rischio di infezione si trova nell'ordinanza Covid 19 sulle misure relative al traffico internazionale di viaggiatori. Questo elenco viene aggiornato regolarmente.

2 Come funziona la procedura di annuncio?

L'ingresso da un Paese o territorio con un maggiore rischio di infezione non differisce in modo significativo dall'ingresso da un altro Paese. Sarete informati in aereo o in pullman che dovrete andare in quarantena. Inoltre, i dati di contatto vengono raccolti per garantire la tracciabilità in caso di passeggeri infetti a bordo e non si può escludere la trasmissione del coronavirus. D'altro canto, le informazioni di contatto possono essere utilizzate anche per verificare il rispetto della quarantena. Ulteriori misure e procedure vengono continuamente riesaminate con tutti i partner.

3. Quali criteri vengono utilizzati per stilare l'elenco dei paesi o delle aree a maggior rischio di infezione?

Un rischio maggiore di infezione da coronavirus esiste se almeno una delle seguenti condizioni è soddisfatta:

a. Il numero di nuove infezioni per 100.000 persone nello Stato o nella regione interessata è superiore a 60 negli ultimi 14 giorni.

b. Le informazioni disponibili presso lo Stato o la regione interessata non consentono una valutazione affidabile della situazione di rischio e vi sono indicazioni di un aumento del rischio di trasmissione.

c. Nelle ultime quattro settimane sono entrati in Svizzera casi ripetuti di persone infette che hanno soggiornato nel Paese o nella regione interessata.

4. Esiste un obbligo di quarantena per le persone che entrano in Svizzera? Chi controlla il rispetto di questa misura?

Le persone che entrano in Svizzera da un Paese o da una zona a maggior rischio di infezione sono soggette a quarantena (non si tratta di una semplice raccomandazione). All'inizio della quarantena, ogni persona sottoposta a quarantena deve comunicare la sua entrata all'autorità cantonale competente entro due giorni e seguire le istruzioni di quest'ultima. Il rispetto delle misure di quarantena è di competenza delle autorità cantonali. La Confederazione sta valutando la possibilità di sostenere i Cantoni.

5. Perché contattare le autorità cantonali all'inizio della quarantena?

Le autorità cantonali sono responsabili del rispetto delle misure di quarantena e hanno il compito di fornire alle persone in quarantena il supporto e le informazioni necessarie.

6. Sono previste sanzioni in caso di mancato rispetto dell'obbligo di quarantena?

Secondo l'articolo 83 della legge sulle epidemie, chi si sottrae alla quarantena commette un reato punibile con una multa (massimo 10.000 franchi) (cpv. 1 lett. h) e, in caso di negligenza, con una multa fino a 5.000 franchi. Il perseguimento penale è di competenza dei Cantoni.

7. Anche i bambini devono essere messi in quarantena?

Sì, anche i bambini che entrano in Svizzera da un Paese o da una zona ad alto rischio di infezione devono essere messi in quarantena. L'ideale sarebbe che un solo genitore si occupasse dei figli. Anche i genitori che si occupano dei bambini in quarantena sono in quarantena.

8. Ci sono persone che sono esenti dalla quarantena?

Alcune persone possono essere esentate dall'obbligo di quarantena. Le eccezioni sono descritte nell'Ordinanza Covid 19 Misure nel settore dei trasporti internazionali di persone (cfr. art. 4). Ciò vale, ad esempio, per le persone la cui attività nel settore della salute o della sicurezza è essenziale.

9. Le persone poste in quarantena hanno diritto a un indennizzo per la perdita di reddito?

In caso di quarantena ai sensi dell'articolo 2 dell'ordinanza Covid 19 del 2 luglio 2020 sulle misure di quarantena nel settore del trasporto internazionale di persone, non sussiste alcun diritto al risarcimento. Tuttavia, in alcuni casi, un datore di lavoro che invia un dipendente in un'area a rischio può essere costretto a continuare a pagare il salario. La continuazione del pagamento del salario può basarsi sull'articolo 324 o 324a del Codice delle obbligazioni. Il diritto al salario è deciso caso per caso. Nella migliore delle ipotesi, motivi personali convincenti potrebbero giustificare il viaggio (visita di un parente morente). Se il lavoro può essere svolto da casa e il datore di lavoro fornisce tutte le infrastrutture necessarie per l'ufficio di casa, è possibile lavorare in quarantena.

10. Durante il periodo di quarantena, si può uscire occasionalmente, fare una passeggiata, prendere una boccata d'aria fresca o fare delle commissioni?

No. Lo scopo della quarantena è di interrompere la catena di trasmissione. Il contatto fisico con gli altri deve essere evitato. Tuttavia, ciò non significa che il contatto sociale sia proibito. Il contatto telefonico o Skype è consentito.

11. Cosa devo fare se i sintomi compaiono durante i 10 giorni di quarantena?

Se si manifestano sintomi di malattia, è importante informare immediatamente le autorità cantonali competenti. Questo deciderà l'ulteriore procedura, ad esempio per farvi fare un test.

12 E se devo mettermi in quarantena e non ho un posto dove andare?

Si può presumere che tutte le persone che entrano in Svizzera per un soggiorno abbiano un alloggio. In linea di principio, anche un albergo o un appartamento per le vacanze è considerato un alloggio adatto alla quarantena.

13 Qual è la differenza tra quarantena e isolamento?

Isolamento è per le persone infettate dal nuovo coronavirus, che devono evitare il contatto ravvicinato con gli altri.

La quarantena si riferisce alle persone che sono state in contatto con qualcuno che è stato infettato dal nuovo coronavirus. Si presume che queste persone siano malate o infette, ma non si sa. Dopo aver consultato l'autorità cantonale competente, non possono avere contatti con altre persone. In questo modo evitano di infettare gli altri e le catene di trasmissione si rompono.

14 Qual è la differenza tra l'elenco dei paesi pubblicato dalla Segreteria di Stato per la migrazione e quello dell'ordinanza?

La Segreteria di Stato per la migrazione SEM pubblica l'elenco dei Paesi da cui è generalmente vietato l'ingresso in Svizzera, salvo eccezioni. L'elenco dell'UFSP indica i Paesi da cui le persone possono entrare in Svizzera. Tuttavia, a causa dell'evoluzione epidemiologica in questi Paesi, viene ordinata una quarantena per coloro che entrano in Svizzera da questi Paesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1