Quei dati sulla pandemia che non raccontano tutto

L’analisi

Cosa svela il balzo della Romandia, a lungo la zona più colpita d’Europa? Alcuni parametri vanno relativizzati

Quei dati sulla pandemia che non raccontano tutto
©Keystone

Quei dati sulla pandemia che non raccontano tutto

©Keystone

Le curve del virus sono in calo in tutta la Svizzera, ma gli sguardi rimangono puntati sulla Romandia. I cantoni francofoni figurano ancora tra le regioni più colpite d’Europa. Il fattore preso in considerazione è l’incidenza del virus, ovvero il numero di casi positivi ogni 100mila abitanti. Nella classifica europea dell’OMS, il Cantone di Ginevra è oggi al secondo posto, Friburgo sesto, Vaud ottavo, Neuchâtel al diciassettesimo, il Vallese al ventiduesimo. Fino a pochi giorni fa, i cinque cantoni romandi occupavano saldamente i primi cinque posti. Ginevra è rimasta in testa per più di due settimane. Un periodo buio, in cui la Svizzera ha sofferto della «sindrome della mela marcia». La mappa dei contagi mostrava un ribaltamento rispetto allo scorso marzo, quando l’epicentro era in Lombardia....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1