Rapina una banca e un ufficio postale in meno di due ore

SAN GALLO

Uno svizzero di 34 anni ha prima minacciato con un’arma il personale di una filiale della banca Raiffeisen a Trübbach, poi si è recato a Sevelen, ma è stato arrestato

Rapina una banca e un ufficio postale in meno di due ore
© Polizia cantonale San Gallo

Rapina una banca e un ufficio postale in meno di due ore

© Polizia cantonale San Gallo

San Gallo come il far west: ieri, nel giro di un’ora e mezza, sono state svaligiate una banca e un ufficio postale a Trübbach e Sevelen. L’autore dei due colpi, dopo essersi intascato un bottino di diverse decine di migliaia di franchi, è però stato arrestato poco più tardi dalla polizia.

L’uomo, uno svizzero di 34 anni, attorno alle 16 di ieri pomeriggio ha minacciato con un’arma il personale di una filiale della banca Raiffeisen a Trübbach, indica oggi in una nota la polizia cantonale sangallese. Si è fatto consegnare diverse decine di migliaia di franchi ed è poi fuggito. La polizia ha avviato una vasta azione di ricerca e alle 17.15 ha ricevuto un’altra segnalazione di una rapina avvenuta all’ufficio postale di Sevelen, a circa 7 km dal luogo del primo colpo. Anche in questo caso il malfattore è riuscito a scappare dopo essersi impossessato di diverse migliaia di franchi. La sua fuga è però durata poco: attorno alle 18.40, grazie alle segnalazioni ricevute dalla popolazione, la polizia ha rintracciato l’autore delle rapine ed è riuscita a recuperare «una grossa somma di denaro», spiega il comunicato.

La procura sangallese ha aperto un’inchiesta per stabilire se l’uomo abbia commesso altri crimini e se altre persone siano implicate. Secondo i primi elementi raccolti, il 34.enne si sarebbe recato anche presso altri istituti finanziari senza tuttavia passare all’azione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 2

    Long COVID, dure critiche al Consiglio federale e all’UFSP

    svizzera

    Secondo l’organizzazione di categoria ancora dopo due anni i responsabili preferiscono non quantificare la portata delle conseguenze a lungo termine del virus, in questo modo alcune vittime della pandemia sono ignorate o accettate come danni collaterali

  • 3
  • 4

    Impennata nei casi di epatite E a inizio 2021

    Sanità

    In Svizzera i dati sono triplicati rispetto alla media degli anni precedenti - Le indagini condotte dall’Ufficio federale della sanità pubblica non hanno permesso di identificare la causa del fenomeno - È stato dimostrato però che le infezioni sono causate da un sottotipo del virus predominante negli allevamenti di suini

  • 5
  • 1
  • 1