Restrizioni estese a tutti gli Stati Schengen

covid 19

L’entrata nella Confederazione è ammessa solo per le persone con un titolo di soggiorno svizzero, che devono recarsi nel Paese per motivi di lavoro o che si trovano in una situazione di assoluto bisogno - La misura rafforza ulteriormente la protezione della popolazione dal virus

Restrizioni estese a tutti gli Stati Schengen
KEYSTONE/Martial Trezzini

Restrizioni estese a tutti gli Stati Schengen

KEYSTONE/Martial Trezzini

Le restrizioni d’entrata in Svizzera - valevoli finora per i cittadini provenienti dai Paesi confinanti, dalla Spagna e dagli Stati non aderenti a Schengen - sono ora stati estesi a tutti ad eccezione del Liechtenstein. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale per rafforzare ulteriormente la protezione della popolazione dal coronavirus.

Le nuove restrizioni sono valevoli da mezzanotte. I competenti organi dell’UE sono stati informati al riguardo. Già settimana scorsa il governo ha emanato restrizioni d’entrata per i passeggeri provenienti per via terrestre o aerea da Italia, Francia, Germania, Austria, Spagna e da tutti gli Stati che non appartengono a Schengen.

L’entrata nella Confederazione è ammessa solo per le persone con un titolo di soggiorno svizzero, che devono recarsi in Svizzera per motivi di lavoro o che si trovano in una situazione di assoluto bisogno. Restano ammessi il traffico di transito e il traffico delle merci.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1