«Rivedere la tassazione delle rendite vitalizie»

svizzera

Il governo propone di rendere flessibile la quota di reddito imponibile delle rendite vitalizie - Nel caso delle assicurazioni di rendita vitalizia, la quota di reddito imponibile della prestazione di rendita garantita verrebbe calcolata utilizzando una formula basata sul tasso d’interesse massimo fissato dalla FINMA

«Rivedere la tassazione delle rendite vitalizie»
© archivio cdt

«Rivedere la tassazione delle rendite vitalizie»

© archivio cdt

In futuro, l’imposizione delle rendite vitalizie - come quelle derivanti dal pilastro 3b - andrebbe resa più flessibile, rinunciando alla tassazione forfettaria del 40%, considerata troppo elevata e non più in linea con i tassi di interesse attuali.

È quanto prevede il messaggio adottato oggi dal Consiglio federale che realizza una mozione del PLR.

Oggi, delle rendite vitalizie viene tassato il 40% del reddito, ossia una quota forfettaria. Dall’attuale livello dei tassi d’interesse - molto basso - risulta una sovraimposizione di tali rendite, precisa una nota governativa odierna.

Il governo propone quindi di rendere flessibile la quota di reddito imponibile delle rendite vitalizie. Nel caso delle assicurazioni di rendita vitalizia, la quota di reddito imponibile della prestazione di rendita garantita verrebbe calcolata utilizzando una formula basata sul tasso d’interesse massimo fissato dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA).

Eventuali prestazioni in eccesso sarebbero tassabili al 70%. Nel caso delle rendite vitalizie e dei vitalizi, la quota di reddito imponibile verrebbe determinata impiegando una formula basata sul rendimento medio delle obbligazioni della Confederazione con scadenza a dieci anni.

Tale cambiamento di sistema avrà ripercussioni finanziarie. Secondo una stima molto approssimativa, nel 2019 il cambiamento di sistema avrebbe causato una diminuzione delle entrate pari a 45 milioni di franchi, di cui 10 milioni a carico della Confederazione e il rimanente dei Cantoni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    «Attenzione ai truffatori»

    GRIGIONI

    La polizia cantonale avverte che nel corso degli ultimi mesi sono apparsi a più riprese sugli organi di stampa annunci pubblicitari di persone interessate all’acquisto di pellicce, argenteria, mobili, quadri, oro, gioielli in oro e pietre preziose che appartengono a clan

  • 2
  • 3

    Ventitré nazioni sulla lista dei Paesi a rischio? «Un’esagerazione»

    PANDEMIA E TURISMO

    Il consigliere di Stato vallesano Christophe Darbellay critica le decisioni di Berna e rifiuta la possibilità della regola del 2G+ – «È un duro colpo per il turismo e nuocerebbe gravemente all’economia, oltre a mettere sotto pressione la capacità di testare le persone»

  • 4
  • 5

    Ondata di cancellazioni negli alberghi svizzeri

    Coronavirus

    Secondo l’associazione di categoria HotellerieSuisse, gli sviluppi della pandemia di COVID-19 stanno già avendo un impatto negativo sulle prenotazioni: «Vogliamo misure uniformi»

  • 1
  • 1