Roche: i test COVID riconoscono la variante Omicron

PANDEMIA

L’azienda ha inserito su Internet l’elenco dei test già verificati e continuerà ad analizzare anche gli altri: è previsto che funzionino a loro volta, ma prima di confermarlo l’impresa intende aspettare l’esito di tutte le indagini

Roche: i test COVID riconoscono la variante Omicron
© CdT/ Chiara Zocchetti

Roche: i test COVID riconoscono la variante Omicron

© CdT/ Chiara Zocchetti

I test di Roche riconoscono in modo affidabile Omicron, la nuova variante del coronavirus: lo hanno confermato le prime analisi di diversi metodi di verifica su base PCR, anticorpi o antigeni, ha indicato oggi il colosso farmaceutico renano.

L’azienda, molto attiva sul fronte della diagnostica anti-COVID, ha inserito su Internet l’elenco dei test già verificati e continuerà ad analizzare anche gli altri: è previsto che funzionino a loro volta, ma prima di confermarlo l’impresa intende aspettare l’esito di tutte le indagini.

Gli affari con i test COVID-19 sono molto lucrativi per il gruppo basilese: nei primi nove mesi dell’anno il fatturato del segmento è ammontato a circa 3,5 miliardi di franchi, stando ai dati pubblicati in ottobre. L’ampio portafoglio di analisi per il coronavirus ha contribuito significativamente alla marcata crescita della divisione diagnostica: il giro d’affari di questo comparto nei primi nove mesi ha raggiunto 13,3 miliardi di franchi, con una progressione del 38% su base annua. Il secondo - e più importante - pilastro del gruppo, il ramo farmaceutico, ha visto per contro i ricavi scendere del 3% a 33,4 miliardi; a cambi costanti la variazione percentuale è però risultata nulla.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1