Sabine fa due volte più danni di Petra

maltempo

La tempesta ha superato la fase acuta e gli assicuratori iniziano a valutare le conseguenze - La fattura prevista sarà due o tre volte superiore alla bufera di inizio febbraio

Sabine fa due volte più danni di Petra

Sabine fa due volte più danni di Petra

La tempesta invernale «Sabine» (o «Ciara») ha superato la fase acuta al Nord delle Alpi. Gli assicuratori iniziano a valutare i danni e prevedono che la fattura sarà da due a tre volte superiore a quella di «Petra», la bufera che ha raggiunto la Svizzera a inizio febbraio.

Alberi caduti, tetti scoperchiati e auto danneggiate: le raffiche della tempesta hanno lasciato il segno al Nord delle Alpi. Secondo le prime stime, i danni complessivi dovrebbero raggiungere alcune decine di milioni di franchi.

Gli assicuratori privati Mobiliare e Helvetia hanno ricevuto ciascuna circa 500 segnalazioni di danni fino a questa mattina. il primo prevede danni per circa 1,2 milioni di franchi, il secondo per circa 3 milioni. Allianz Suisse ha ricevuto finora più di 200 segnalazioni, ma si aspetta di riceverne più di mille, con un importo complessivo da 3 a 4 milioni di franchi.

Cifre analoghe anche per AXA, il cui portavoce fa notare che a causa delle vacanze scolastiche in alcuni cantoni, diversi sinistri saranno segnalati soltanto in un secondo tempo.

Anche le assicurazioni cantonali dei fabbricati prevedono fatture milionarie. Quella del canton Berna ha ricevuto finora 1000 segnalazioni di danni e prevede che la cifra complessiva sarà cinque volte superiore. Nel canton Zurigo si stima che circa 3000 edifici hanno subito danni, per un importo di 5 o 6 milioni di franchi.

Nel canton Soletta sono già stati notificati danni per mezzo milione di franchi, mentre a Basilea Città si prevede di raggiungere i 3,5 milioni.

L’assicurazione dei fabbricati del canton Berna ha provato a fare un confronto con altre tempeste del passato recente: per le tre più recenti - «Sabine», «Petra» e «Lolita» - la GVB (Gebäudeversicherung Bern) arriva a una stima di 11’000 segnalazioni di danni per un ammontare di 20 milioni di franchi.

Per la tempesta «Burglind», nel gennaio 2018, le segnalazioni erano state 20’000, con una fattura di 35 milioni. La tempesta «Lothar», nel dicembre 1999, aveva portato a 46’000 sinistri e a una spesa complessiva di 310 milioni di franchi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1