Sanaro potrebbe chiudere a Vouvry, a rischio 80 posti di lavoro

Vallese

L’azienda specializzata nella produzione di integratori alimentari e dolcificanti sta valutando la chiusura della sede nello Chablais vallesano

 Sanaro potrebbe chiudere a Vouvry, a rischio 80 posti di lavoro
©YouTube

Sanaro potrebbe chiudere a Vouvry, a rischio 80 posti di lavoro

©YouTube

L’azienda Sanaro SA, specializzata nella produzione di integratori alimentari e dolcificanti, sta considerando di chiudere il proprio sito di Vouvry, nello Chablais vallesano: 80 posti di lavoro sono a rischio. Una decisione finale sarà presa alla fine di giugno dopo il periodo di consultazione.

Sanaro SA ha perso il suo maggiore cliente esterno, con un conseguente massiccio calo del 40% dei volumi delle vendite, ha detto ieri sera una portavoce della società a Keystone-ATS. «Dopo aver analizzato tutti gli scenari, la chiusura sembra essere l’unica opzione possibile, ma il consiglio di amministrazione e gli azionisti sperano di trovare altre soluzioni. Per questo, martedì è stata avviata la procedura di consultazione».

L’azienda, che produce le due marche di dolcificanti Assugrin e Hermestas a Vouvry, sottolinea in un comunicato che «saranno esaminate tutte le proposte». Se la chiusura si confermasse, «tutti i circa 80 dipendenti manterranno il loro lavoro fino alla fine di marzo 2022», assicura Sanaro, promettendo un piano sociale per mitigare le conseguenze.

Specializzata nella produzione di integratori alimentari e dolcificanti da più di 75 anni, l’azienda si concentra sulla miscelazione, la pressatura di pastigliette e il confezionamento di dolcificanti tradizionali per i distributori. Usa una tecnologia «che difficilmente può essere applicata a nuovi clienti o prodotti alternativi», indica l’azienda.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1