Servirà un terzo concorso per il successore di Lauber

Giustizia

Seconda fumata nera per la nomina del nuovo procuratore generale della Confederazione Nessuno dei tre candidati rimasti in corsa ha convinto la Commissione giudiziaria dell’Assemblea federale Il presidente Caroni: «Preferiamo continuare a cercare piuttosto che dire «allora prendiamo chiunque»»

Servirà un terzo concorso per il successore di Lauber
Il consigliere agli Stati Andrea caroni (PLR/AR), presidente della Commissione giudiziaria. © Keystone / Peter Klaunzer

Servirà un terzo concorso per il successore di Lauber

Il consigliere agli Stati Andrea caroni (PLR/AR), presidente della Commissione giudiziaria. © Keystone / Peter Klaunzer

Contrordine: il nuovo procuratore generale della Confederazione non sarà eletto il 17 marzo. Per la designazione del successore di Michael Lauber bisognerà attendere almeno fino alla sessione estiva delle Camere. Dopo il secondo giro di audizioni, la Commissione giudiziaria del Parlamento ha fatto sapere di non essere in grado di presentare una proposta all’Assemblea federale. È quindi andato a vuoto anche il secondo tentativo - il primo era naufragato a fine novembre - di trovare il responsabile del Ministero pubblico. La carica dovrà essere messa a concorso per la terza volta.

I pretendenti alla successione di Lauber, che aveva rassegnato le dimissioni in agosto, erano tre: Maria-Antonella Bino (attiva nel mondo bancario, giudice supplente del Tribunale penale federale), Lucienne Fauquex...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1