Sono 160 i Paesi a rischio per la Svizzera

Pandemia

Dal 16 agosto ci saranno restrizioni d’ingresso anche per chi arriva dal Marocco - Gli Stati con obbligo di quarantena sono 46

 Sono 160 i Paesi a rischio per la Svizzera
©KEYSTONE/Gaetan Bally

Sono 160 i Paesi a rischio per la Svizzera

©KEYSTONE/Gaetan Bally

A partire da domenica 16 agosto il Marocco figurerà nella lista degli Stati a rischio, che conta circa 160 Paesi, per i quali valgono restrizioni d’ingresso. In linea di principio i cittadini di Paesi non appartenenti all’area Schengen non possono entrare nella Confederazione se non in caso di assoluta necessità. Sono previste una ventina di eccezioni.

Tale elenco di Stati, pubblicato e aggiornato dal Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), non riguarda la lista dei Paesi a rischio stilata dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per i quali vige l’obbligo di quarantena.

I cittadini di Stati terzi in provenienza diretta da un Paese a rischio continuano a non poter entrare in Svizzera a scopo di vacanze o per altri motivi: gli arrivi sono autorizzati soltanto in caso di assoluta necessità.

Da questa lista sono esclusi i cittadini di Andorra, Australia, Bulgaria, Canada, Cipro, Corea del Sud, Croazia, Georgia, Irlanda, Giappone, Monaco, Nuova Zelanda, Romania, Ruanda, San Marino, Thailandia, Tunisia, Uruguay e Vaticano. Oltre a essi, si applicano le condizioni di entrata ordinarie - ovvero precedenti l’emergenza coronavirus - a tutti i viaggiatori in provenienza diretta dai Paesi Schengen.

Viaggi a rischio

Per quanto riguarda invece la lista dei Paesi a rischio dell’UFSP - totalmente indipendente da quella del DFGP - per i quali è necessaria la quarantena di 10 giorni, attualmente nell’elenco sono presenti 46 Paesi e regioni.

Entrata in vigore lo scorso 6 luglio con 29 Paesi, la lista è stata aggiornata due volte a distanza di circa due settimane: recentemente sono stati aggiunti Spagna (ad eccezione di Baleari e Canarie), Romania, Bahamas, Guinea Equatoriale, São Tomé e Príncipe, Singapore e Sint Maarten. Sono invece stati stralciati Russia, Emirati Arabi Uniti e Azerbaigian e prima ancora Svezia e Bielorussia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1