Sostegno per i Paesi asiatici più poveri: la Svizzera contribuirà con 24,8 milioni di franchi

governo

Lo indica oggi il Consiglio federale, annunciando la partecipazione alla 12. ricostituzione del «Fondo asiatico di sviluppo»

Sostegno per i Paesi asiatici più poveri: la Svizzera contribuirà con 24,8 milioni di franchi
© CdT/Archivio

Sostegno per i Paesi asiatici più poveri: la Svizzera contribuirà con 24,8 milioni di franchi

© CdT/Archivio

La Confederazione sosterrà i Paesi asiatici più poveri con un contributo di 24,8 milioni di franchi. Lo indica oggi il Consiglio federale, annunciando la partecipazione della Svizzera alla 12. ricostituzione del «Fondo asiatico di sviluppo». A beneficiarne saranno soprattutto Afghanistan, Kirghizistan, Tagikistan e alcune isole minori del Pacifico.

«I contributi sono vincolati nel quadro della Strategia di cooperazione internazionale 2021-2024 e versati nel corso del quadriennio», informa un comunicato governativo odierno. In totale, per i prossimi quattro anni dalla comunità internazionale sono previsti quattro miliardi di dollari statunitensi. La Svizzera, con il suo impegno finanziario, si posiziona al dodicesimo posto nella lista dei Paesi donatori, fra i quali figurano ad esempio Giappone, Australia, Cina, Usa, India e altri Paesi europei.

Il Fondo, della Banca asiatica di sviluppo, è destinato alle popolazioni asiatiche più povere, spiega l’Esecutivo. L’obiettivo, tramite incentivi a fondo perso, è di sostenere la crescita economica, nonché di migliorare la resistenza e le prospettive economiche e sociali di questi Paesi e delle popolazioni più colpite, ad esempio attraverso la creazione di posti di lavoro.

La Confederazione è membro della Banca asiatica di sviluppo dal 1967 e sostiene il Fondo di sviluppo dalla sua istituzione (1973). L’attuale pandemia - afferma il Consiglio federale - mette a rischio i notevoli progressi compiuti negli ultimi decenni proprio in Asia, per ridurre la povertà, promuovere la salute e la qualità di vita. Per questo motivo, il Fondo asiatico di sviluppo intende anche mitigare gli effetti del coronavirus.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1