Stop allo sciopero della fame per il clima

Berna

Dopo 39 giorni senza cibo, Guillermo Fernandez (diventato noto come il «papà in sciopero della fame») ottiene una vittoria: l’Assemblea federale sarà informata direttamente da scienziati in un dialogo sulle sfide della crisi climatica – Ora sogna «una fondue»

Stop allo sciopero della fame per il clima
Fernandez Guillermo davanti a Palazzo federale. © Keystone/Anthony Anex

Stop allo sciopero della fame per il clima

Fernandez Guillermo davanti a Palazzo federale. © Keystone/Anthony Anex

Dopo 39 giorni senza cibo, Guillermo Fernandez (diventato noto come il «papà in sciopero della fame») ottiene una vittoria: l’Assemblea federale sarà informata direttamente da scienziati in un dialogo sulle sfide della crisi climatica. Lo ha annunciato questa mattina la prima cittadina elvetica, Irène Kälin (Verdi), che ha invitato tutti i parlamentari a partecipare a una giornata appositamente dedicata alla questione il 2 maggio 2022. Dal primo novembre il padre di tre figli chiedeva impegno dalle autorità perché la politica avesse informazioni chiare e complete sul tema, in modo da poter agire sulla questione ambientale. Fernandez accoglie la decisione «con la speranza che apra finalmente un vero spazio di discussione in Svizzera e sostenga la capacità dei politici di prendere decisioni coraggiose per il futuro dei nostri figli». Ricomincerà gradualmente a nutrirsi e si sta preparando per un’azione a lungo termine. Il pasto che sogna? «Una fondue», ci dice. Pietanza che potrà mangiare solo fra qualche settimana, dice. Quando il suo corpo si sarà ripreso.

Il romando di origini spagnole ci dice che sarebbe stato pronto a perdere la vita per la sua causa. In suo sostegno recentemente erano giunti folti gruppi di persone sulla Piazza federale, dove aveva il suo posto fisso. L’ha incontrato anche la consigliera federale Simonetta Sommaruga, «ministra» dell’ambiente, e molti parlamentari si sono fermati a parlare con lui.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Condannati Blancho e Qaasim Illi

    Tibunale penale federale

    La Corte d’appello del TPF ha inflitto pene per aver violato la legge che vieta i gruppi «Al-Qaeda» e «Stato Islamico» – I due erano a processo per aver pubblicato online video di propaganda islamista

  • 2
  • 3

    «A Zurigo è più facile trovare lavoro, ma vorrei tornare in Ticino»

    L’intervista

    Con Camillo Balerna, ticinese che ha concluso un prestigioso dottorato all’ETH di Zurigo in collaborazione con la Scuderia Ferrari, parliamo di giovani e lavoro: «Capisco chi si trasferisce altrove, il Ticino dovrebbe puntare sui suoi talenti per fare un salto di qualità»

  • 4

    Processo Vincenz: chiesti 6 anni di carcere

    Zurigo

    Durante il terzo giorno di processo il rappresentante del Ministero pubblico ha sostenuto che l’ex direttore di Raiffeisen e il suo collega in affari Beat Stocker si sono «enormemente arricchiti e hanno causato notevoli danni finanziari, addirittura fatali per la società Aduno»

  • 5

    Dal Ticino a Dubai: la SUPSI partecipa a EXPO 2020

    EXPO2020

    Il Dipartimento ambiente costruzioni e design della scuola universitaria ticinese inizia oggi la sua esperienza ad EXPO – Il team del progetto, coordinato da Giovanni Profeta, ci racconta il suo ruolo e l’avventura nella mostra «SSPH+ for Sustainable Health»

  • 1
  • 1