Berna

«Stranieri qualificati, bisogna agevolare la loro permanenza»

La Commissione delle istituzioni politiche degli Stati sostiene la mozione per sette voti contro uno

«Stranieri qualificati, bisogna agevolare la loro permanenza»
via Wikipedia

«Stranieri qualificati, bisogna agevolare la loro permanenza»

via Wikipedia

BERNA - L'assunzione di stranieri che hanno conseguito un master o un dottorato nelle università cantonali e nei politecnici federali in settori con una penuria di specialisti va agevolata ulteriormente. Lo chiede una mozione approvata dal Consiglio nazionale lo scorso settembre che la Commissione delle istituzioni politiche degli Stati (CIP-S) sostiene per 7 voti a uno.

Secondo il consigliere nazionale Marcel Dobler (PLR/SG), autore dell'atto parlamentare in questione, bisogna impedire che i giovani specialisti provenienti da Stati terzi formati a caro prezzo lascino il nostro Paese perché non possono essere assunti direttamente dopo il conseguimento del titolo a causa dell'esaurimento dei contingenti.

Per la CIP-S, precisa un comunicato odierno dei servizi, è sensato che gli "stranieri laureati presso le università svizzere possano rimanere nel nostro Paese in maniera semplice e poco burocratica se hanno concluso una formazione in un settore con una comprovata penuria di specialisti".

La CIP-S giudica quindi opportuno che queste persone possano mettere in pratica in Svizzera le competenze che vi hanno acquisito durante i loro studi.

Nel corso del dibattito alla camera del popolo, l'allora titolare del Dipartimento federale di giustizia e polizia, Simonetta Sommaruga, aveva affermato che già oggi i cittadini di Stati terzi con un diploma universitario elvetico possono beneficiare di un'ammissione agevolata.

Ogni anno la Segreteria di Stato della migrazione approva tra le 150 e le 200 domande per stranieri diplomatisi in un'alta scuola svizzera. Finora non sono stati rifiutati permessi a causa dell'esaurimento dei contingenti, aveva precisato la ministra bernese.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Svizzera
  • 1