Svizzera, ecco cosa cambia da lunedì

Domande e risposte

Il Consiglio federale ha deciso di estendere l’obbligo del certificato e di riportare in primo piano la mascherina – Berset vuole evitare misure estreme: «La situazione è molto seria, vorremmo gestirla senza doverci spingere troppo in là»

Svizzera, ecco cosa cambia da lunedì
© KEYSTONE/Anthony Anex

Svizzera, ecco cosa cambia da lunedì

© KEYSTONE/Anthony Anex

Estensione dell’obbligo del certificato COVID, ma anche 2G per i locali e le manifestazioni. Da lunedì entreranno in vigore i nuovi provvedimenti adottati dal Consiglio federale. Ecco nel dettaglio tutto ciò che serve sapere.

1. Come cambia l’utilizzo del pass COVID?Da lunedì il suo impiego verrà esteso. Il pass che certifica la guarigione, la vaccinazione o un test negativo, sarà obbligatorio per tutte le manifestazioni e le attività sportive e culturali al chiuso. L’eccezione per i gruppi «stabili» fino a 30 persone viene a cadere. Per gli eventi all’aperto, invece, il pass sarà obbligatorio a partire da 300 partecipanti. Il Consiglio federale, considerando le numerose incertezze, non vuole farsi sorprendere: «La situazione è molto seria, vorremmo riuscire a gestirla senza doverci spingere...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

    Chiesa: nominare un «generale per la crisi energetica»

    Assemblea dei delegati

    Il presidente dell’UDC ha messo nuovamente in guardia da una «catastrofe energetica» e ha sostenuto che il Consiglio federale debba agire subito per evitare una situazione di penuria con conseguenze devastanti per la Svizzera - Dopo Chiesa ha preso la parola il consigliere federale democentrista Ueli Maurer, che ha parlato delle fratture nella società sorte in relazione all’epidemia di COVID-19

  • 5

    Per Denner record di vendite nel 2021

    Commercio al dettaglio

    La catena ha realizzato un giro d’affari di 3,8 miliardi di franchi e ha aumentato la massa salariale dell’1%, portando il salario minimo a 4’200 franchi

  • 1
  • 1