Swissmedic omologa il farmaco Xevudy

Coronavirus

Lo stesso Istituto svizzero per gli agenti ieri aveva dato il via libera al Regkirona

Swissmedic omologa il farmaco Xevudy
© EPA/Jose Jacome

Swissmedic omologa il farmaco Xevudy

© EPA/Jose Jacome

Swissmedic ha rilasciato oggi un’autorizzazione temporanea per il farmaco Xevudy, un trattamento per i malati di COVID-19. Ieri lo stesso Istituto svizzero per gli agenti terapeutici aveva dato il via libera anche al Regkirona, un altro medicamento da usare nella lotta al coronavirus.

L’uso di Xevudy è approvato per adulti e adolescenti a partire dai 12 anni con un peso corporeo di almeno 40 chilogrammi, scrive in una nota l’ente. Tale trattamento è indicato qualora non vi sia bisogno di un’ossigenoterapia o un’ospedalizzazione, ma se sussiste il rischio di un decorso grave.

Questo farmaco viene somministrato per via endovenosa tramite un’infusione e contiene l’anticorpo sotrovimab. Le analisi di laboratorio mostrano che Xevudy è efficace contro la variante Omicron. Tuttavia, non sono stati presentati dati specifici su pazienti.

Stando a Swissmedic, lo Xevudy, prodotto dalla multinazionale britannica GlaxoSmithKline, può già venire prescritto nella Confederazione. Ieri l’istituto aveva invece comunicato l’omologazione del Regkirona (anticorpo regdanvimab), della società iQone Healthcare Switzerland. Tale medicamento viene utilizzato in modo simile e alle stesse condizioni, ma è riservato esclusivamente agli adulti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1