Tolto l’incarico a un «controverso» primario di cardiologia

zurigo

L’ospedale universitario zurighese accusa l’uomo di aver utilizzato protesi cardiache di una società nella quale egli stesso ha una partecipazione e di non averla dichiarata

Tolto l’incarico a un «controverso» primario di cardiologia
© Shutterstock

Tolto l’incarico a un «controverso» primario di cardiologia

© Shutterstock

L’Ospedale universitario di Zurigo ha sollevato dall’incarico Francesco Maisano, il controverso direttore della clinica cardiovascolare. Il primario non è stato licenziato, ma non ha più accesso al sistema interno e non può più dare istruzioni ai dipendenti.

La notizia, pubblicata oggi dal quotidiano Tages-Anzeiger, è stata confermata all’agenzia Keystone-ATS dallo stesso ospedale, precisando che ora si tratta di riportare la calma in una situazione impegnativa per tutti i dipendenti.

Maisano è accusato di aver utilizzato protesi cardiache di una società nella quale egli stesso ha una partecipazione e di non aver dichiarato tale partecipazione con possibile conflitto di interessi. È anche accusato di aver abbellito i rapporti di chirurgia sull’uso di nuovi impianti.

L’interessato respinge tutte le accuse, ritenendole «un costrutto infondato» per danneggiarlo. Il cardiochirurgo è attualmente in congedo, e non è chiaro se potrà tornare all’ospedale universitario al termine delle indagini.

Oltre a Maisano, anche altri medici di alto livello dell’ospedale universitario zurighese sono oggetto di critiche per i loro metodi di lavoro che potrebbero aver violato l’etica e fornito loro interessi finanziari.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1