Uccide il fratello e si toglie la vita

Argovia

La procura fa luce sul caso dei due giovani trovati morti in un appartamento di Frick (AG): escluso l’intervento di terzi

Uccide il fratello e si toglie la vita
©Polizia cantonale Argovia

Uccide il fratello e si toglie la vita

©Polizia cantonale Argovia

Il caso dei due giovani trovati morti in un appartamento di Frick (AG) due giorni fa è stato in gran parte risolto: stando alla Procura pubblica argoviese, la sorella 26enne avrebbe ucciso il fratello di 25 anni prima di togliersi la vita.

In una nota odierna, gli inquirenti precisano che, sulla base delle indagini condotte finora e dei risultati delle autopsie eseguite dall’Istituto di medicina legale, è stato possibile escludere l’intervento di terzi. Tutto fa pensare che la donna abbia prima ferito mortalmente il fratello e poi si sia tolta la vita. La presunta arma del delitto, un coltello, è stata trovata sulla scena del crimine.

Secondo la procura, i retroscena e l’esatto svolgimento degli eventi sono ancora oggetto di indagine. Una volta completate le indagini, la procura competente di Rheinfelden-Laufenburg chiuderà il caso per omicidio intenzionale.

I fratelli vivevano nell’appartamento con i loro genitori. Questi ultimi hanno allertato i soccorsi martedì all’alba: giunta sul posto la polizia argoviese ha trovato i corpi senza vita dei due giovani. I genitori sono ora assistiti da un care team psicologico.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    CCL Shop, pressing a Berna

    politica

    Per il Parlamento, il Consiglio di Stato deve far pressioni affinché Berna revochi la decisione di escludere il Ticino dall’obbligatorietà generale del salario minimo previsto dal contratto collettivo di lavoro nazionale

  • 2
  • 3

    San Gallo, attacco hacker a città e cantone

    Pirateria informatica

    Gli esperti della società di hosting sono riusciti a intervenire e a mettere a punto un sistema per riconoscere allo stadio precoce qualsiasi nuovo tentativo di intrusione

  • 4

    Agenti ticinesi al WEF, non si cambia

    politica

    Il Gran Consiglio ha respinto una mozione dell’MPS che chiedeva di non inviare più le forze dell’ordine al Forum economico e ad altri eventi simili

  • 5
  • 1
  • 1