Un altro colpo per Artisa: il Seepark di Thun

IMPRENDITORIA

L’accordo tra venditore e acquirente prevede l’acquisizione della struttura e del personale, garantendo così il mantenimento degli attuali posti di lavoro e la continuità della qualità del servizio offerto alla clientela

Un altro colpo per Artisa: il Seepark di Thun
© Artisa

Un altro colpo per Artisa: il Seepark di Thun

© Artisa

Un altro colpo per Artisa: il Seepark di Thun

Un altro colpo per Artisa: il Seepark di Thun

Dopo essersi assicurato il diritto di compera del Grand Hotel Locarno, il gruppo Artisa annuncia l’acquisizione (che prevede l’acquisto della struttura e il mantenimento degli attuali livelli occupazionali) di un nuovo gioiello svizzero nel settore alberghiero: l’hotel 4 stelle superior Seepark a Thun.

Con uno splendido affaccio sul Lago di Thun e una vista mozzafiato sulle tre leggendarie cime Eiger, Mönch e Jungfrau, l’hotel Seepark offre 85 camere, 6 suite e 17 sale per seminari. La struttura, vincitrice di numerosi premi come sede di seminari e conferenze, racchiude al suo interno un’area wellness e fitness di 350 m2 e due eleganti ristoranti, uno dei quali si fregia di 16 punti Gault Millau e una stella Michelin. Creato nel 1989 come centro di formazione per il Bankverein, l’hotel si è sviluppato nel corso degli anni come uno dei principali hotel congressuali svizzeri, il tutto in un contesto di relax e ispirazione.

A partire dal 1998, l’hotel è stato gestito da UBS e da oggi accoglie il suo nuovo proprietario. L’accordo tra venditore e acquirente prevede l’acquisizione della struttura e del personale, garantendo così il mantenimento degli attuali posti di lavoro e la continuità della qualità del servizio offerto alla clientela.

Andrea Blotti, membro del CdA Artisa e persona di riferimento nelle trattative intercorse dichiara: «Ci tengo a ringraziare UBS per la considerazione e la fiducia riposta nei nostri confronti. Siamo molto orgogliosi di questa importante acquisizione e di prendere la responsabilità dei suoi preziosi dipendenti; siamo fieri del loro ottimo lavoro che porteremo avanti con intuito e innovazione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Condannati Blancho e Qaasim Illi

    Tibunale penale federale

    La Corte d’appello del TPF ha inflitto pene per aver violato la legge che vieta i gruppi «Al-Qaeda» e «Stato Islamico» – I due erano a processo per aver pubblicato online video di propaganda islamista

  • 2
  • 3

    «A Zurigo è più facile trovare lavoro, ma vorrei tornare in Ticino»

    L’intervista

    Con Camillo Balerna, ticinese che ha concluso un prestigioso dottorato all’ETH di Zurigo in collaborazione con la Scuderia Ferrari, parliamo di giovani e lavoro: «Capisco chi si trasferisce altrove, il Ticino dovrebbe puntare sui suoi talenti per fare un salto di qualità»

  • 4

    Processo Vincenz: chiesti 6 anni di carcere

    Zurigo

    Durante il terzo giorno di processo il rappresentante del Ministero pubblico ha sostenuto che l’ex direttore di Raiffeisen e il suo collega in affari Beat Stocker si sono «enormemente arricchiti e hanno causato notevoli danni finanziari, addirittura fatali per la società Aduno»

  • 5

    Dal Ticino a Dubai: la SUPSI partecipa a EXPO 2020

    EXPO2020

    Il Dipartimento ambiente costruzioni e design della scuola universitaria ticinese inizia oggi la sua esperienza ad EXPO – Il team del progetto, coordinato da Giovanni Profeta, ci racconta il suo ruolo e l’avventura nella mostra «SSPH+ for Sustainable Health»

  • 1
  • 1