Un minuto di silenzio per ricordare le vittime del coronavirus

Pandemia

Nella sua seduta odierna il Consiglio federale ha commemorato le oltre 9 mila persone decedute dall’inizio dell’emergenza sanitaria

Un minuto di silenzio per ricordare le vittime del coronavirus
© KEYSTONE/Peter Schneider

Un minuto di silenzio per ricordare le vittime del coronavirus

© KEYSTONE/Peter Schneider

Il Consiglio federale, durante la sua seduta odierna, ha osservato un minuto di silenzio per ricordare le oltre 9.000 persone decedute a causa del coronavirus. Lo ha indicato il ministro della sanità Alain Berset in conferenza stampa.

Il minuto di silenzio è stato osservato anche per rendere omaggio alle famiglie che non hanno potuto prendere commiato dai loro cari come avrebbero voluto, a tutti quelli che hanno sofferto e soffrono ancora oggi, nonché per sostenere coloro che si sono impegnati per affrontare questa crisi, personale di cura in primis, ha affermato Berset ricordando che i primi decessi in Svizzera legati al coronavirus risalgono proprio a un anno fa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    In futuro i malati saranno vaccinati con una dose

    svizzera

    Lo ha annunciato l’Ufficio federale della sanità pubblica: chi ha carenze immunitarie è invece esente dalla raccomandazione e deve continuare a ricevere due dosi del preparato - Il Governo ha modificato di conseguenza le direttive per Biontech/Pfizer e Moderna

  • 2
  • 3

    Le opinioni contrastanti di economia e politica

    le reazioni

    L’USAM critica la mancanza di prospettive per i settori colpiti dalle misure anti-COVID e ribadisce la sua richiesta di mettere subito fine al lockdown - Anche la Lega chiede la fine del confinamento - Il PLR parla di «passo avanti del Consiglio federale» e di «segnale positivo» - Soddisfatta economiesuisse - Secondo l’UDC i ritmi delle riaperture lasciano a desiderare

  • 4

    «Le riaperture prudenti sono le benvenute»

    Svizzera

    Soddisfazione dei direttori cantonali della sanità per le decisioni del Consiglio federale che rivolgono un appello alla popolazione affinché continui a rispettare le regole per «contenere quanto più possibile la terza ondata»

  • 5
  • 1
  • 1