energia

«Un nuovo incidente nucleare? Ticino non al sicuro»

Da una parte il guasto alla centrale di Leibstadt, dall’altra il fantasma di Chernobyl - Christian van Singer, ex consigliere nazionale dei Verdi: «Non possiamo tollerare simili rischi»

«Un nuovo incidente nucleare? Ticino non al sicuro»
Il nuovo scudo del reattore 4 di Chernobyl. (Foto Keystone)

«Un nuovo incidente nucleare? Ticino non al sicuro»

Il nuovo scudo del reattore 4 di Chernobyl. (Foto Keystone)

Una delle voci critiche più conosciute, in Svizzera, in fatto di materia nucleare, è Christian van Singer, fisico vodese, già consigliere nazionale dei Verdi. Sulla recente temporanea chiusura di Leibstadt, sottolinea: «È la centrale più recente, ma nonostante questo la sicurezza per quel che concerne il nucleare non è mai assicurata fino in fondo. Si vede che un guasto è sempre...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Svizzera
  • 1