Una membrana che distrugge batteri e virus

Pandemia

È stata sviluppata dai ricercatori del Politecnico di Losanna (EPFL): potrebbe essere utilizzata sulle mascherine per combattere il coronavirus

Una membrana che distrugge batteri e virus
©YouTube

Una membrana che distrugge batteri e virus

©YouTube

I ricercatori Politecnico di Losanna (EPFL) hanno sviluppato una membrana in grado di distruggere batteri e virus. Questa invenzione permette di eliminare in pochi secondi popolazioni di batteri di escherichia coli e filamenti di DNA. Potrebbe anche essere utile nella lotta al nuovo coronavirus.

Questa membrana potrebbe essere utilizzata per mascherine di protezione, nonché in sistemi di ventilazione e condizionamento d’aria. Il procedimento, sviluppato dalla start-up Swoxid, è stato pubblicato sulla rivista «Advanced Functional Materials», indica oggi l’EPFL.

Le mascherine prodotte con tale membrana potrebbero essere sterilizzate e riutilizzate fino a mille volte. Ciò potrebbe prevenire eventuali carenze e limitare notevolmente la quantità di rifiuti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1