Musica

Uno Stradivari per l’orchestra di Lucerna

Il pregiato violino risale al 1680 e prima si trovava alla Corte reale di Spagna

Uno Stradivari per l’orchestra di Lucerna
(Archivio CdT)

Uno Stradivari per l’orchestra di Lucerna

(Archivio CdT)

LUCERNA - L’orchestra da camera lucernese Festival Strings ha ricevuto un secondo violino Stradivari, uno strumento di 340 anni. I responsabili lo hanno presentato oggi ai media riuniti al Centro culturale e dei congressi di Lucerna (KKL). Il celebre liutaio Antonio Stradivari ha fabbricato questo modello «Sellière» prima del 1680, ha precisato il direttore artistico Daniel Dodds. Il violino si trova in uno stato di conservazione «straordinariamente buono».

Da oltre un secolo lo strumento faceva parte della collezione dell’industriale austriaco Theodor Hämmerle ed ora i suoi eredi hanno cominciato a vendere i pregiati pezzi. Prima ancora, si trovava alla Corte reale di Spagna. La Fondazione Monika Widmer lo ha acquistato per oltre un milione di franchi, un «importo più basso di quanto si sarebbe pagato a un’asta», ha sottolineato Hans Züsli, presidente della fondazione. Ora il violino è stato messo a esclusiva disposizione dell’orchestra. L’ultimo ad aver suonato questo pezzo di storia della musica è stato proprio uno dei fondatori della Festival Strings nel 1979. I prossimi concerti ufficiali saranno il 5 marzo a Vienna e il 7 marzo al KKL.

Ad oggi esistono ancora circa 620 violini realizzati da Antonio Stradivari e circa la metà sono attivamente utilizzati. L’orchestra Festival Strings ha già un altro Stradivari, così come strumenti a corda realizzati di Andrea Guarneri (1680), Nicola Amati (1675) e Nicolò Gagliano (1737).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Svizzera
  • 1