Violenza domestica in aumento, il Governo interviene

Svizzera

Lo scorso anno è stato toccato un nuovo picco di casi, il Consiglio federale ha quindi optato per sostenere maggiormente campagne di sensibilizzazione e provvedimenti

Violenza domestica in aumento, il Governo interviene
© Shutterstock

Violenza domestica in aumento, il Governo interviene

© Shutterstock

Violenza sulle donne e domestica: occorre intervenire maggiormente con misure di prevenzione. Il Consiglio federale ha approvato oggi una nuova ordinanza che istituisce le basi legali per fornire aiuti finanziari per campagne di sensibilizzazione nazionali, per provvedimenti di formazione destinati a specialisti e per progetti di prevenzione focalizzati su vittime o autori. Entrerà in vigore il primo gennaio.

Lo scorso anno è stato toccato un nuovo picco per quanto riguarda i reti penali per violenza domestica: 18’522, ossia 1498 in più rispetto all’anno precedente (+8,8 %), ricorda il governo in una nota. A sottolineare la gravità della situazione il fatto che ogni settimana si registra un tentato omicidio. Nel 2018 questo tipo di violenza ha provocato 27 vittime, 24 delle quali donne.

Con la nuova ordinanza la Confederazione può inoltre sostenere la collaborazione e il coordinamento tra attori pubblici e privati che operano in questo settore. Per quanto riguarda gli aiuti finanziari, il Parlamento deciderà se concedere un credito di 3 milioni di franchi nel quadro delle deliberazioni sul preventivo 2021.

Nella sua nota, l’esecutivo ricorda che l’entrata in vigore in Svizzera, nel 2018, della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul) ha comportato l’assunzione di diversi obblighi generali per combatterla.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    In 2.500 in quarantena nel canton Vaud

    Scuola alberghiera

    «Sono diversi i focolai che si sono formati, rendendo così impossibile una chiusura mirata», hanno specificato le autorità cantonali di Losanna

  • 2
  • 3

    Tre presunti membri delle «Pink Panther» alla sbarra

    Giustizia

    I tre farebbero parte della banda di rapinatori di gioiellerie arrestati nel febbraio 2018 a Pregassona: al via il processo a Zurigo - Il ministero pubblico chiede pene detentive comprese tra cinque anni e mezzo e sette anni, e l’espulsione dalla Svizzera per dieci e quindici anni

  • 4

    Stefan Kuster non sarà più «Mister COVID»

    Pandemia

    L’Ufficio federale di Sanità pubblica ha confermato al Blick la notizia che vede l’esperto rinunciare a partire da dicembre all’incarico di capo della Divisione delle malattie trasmissibili, ereditato da Daniel Koch

  • 5
  • 1
  • 1