La ricerca

Covid: nuovi scenari
con le nanotecnologie

Covid: nuovi scenari <br />con le nanotecnologie
Sono state certificate soluzioni molto innovative per disinfettare ambienti per periodi prolungati.

Covid: nuovi scenari
con le nanotecnologie

Sono state certificate soluzioni molto innovative per disinfettare ambienti per periodi prolungati.

Nella lotta contro il Covid entrano in scena anche le nanotecnologie, grazie alle quali si possono trovare soluzioni molto innovative per disinfettare ambienti per periodi prolungati. Ci ha pensato il dipartimento di ricerca e sviluppo di Nanoservice, un’azienda bergamasca, che ha individuato una soluzione basata appunto sulla nanotecnologia, in grado di garantire la disinfezione a lungo termine. In questo modo, uffici, taxi, auto a noleggio, ma anche piscine, palestre, ristoranti e ospedali che necessitano di essere igienizzati in modo continuo possono garantire a chi li frequenta un ambiente sano e sanificato.

Tecnicamente, la soluzione NANO ACTIVE è una sostanza certificata basata su nanoparticelle di argento che, una volta applicata su una superficie, la mantiene costantemente disinfettata e igienizzata, auto-rigenerando le sue proprietà e distruggendo batteri e virus (tra cui anche SARS-CoV-2) per un periodo garantito di 12 mesi. Il trattamento ha passato brillantemente tutti i test di accreditamento e certificazione, con una distribuzione che si prevede possa essere su scala globale. Grazie all’azione auto igienizzante continua dell’argento, questa soluzione consente di proteggere tutte le superfici da batteri e virus. Come se non bastasse, tutte le superfici trattate andranno a decontaminare gli oggetti con cui entreranno in contatto. Ad esempio, trattando la cassa di un supermercato, il denaro che verrà riposto al suo interno sarà igienizzato in pochi minuti, grazie all’azione catalitica che crea una sorta di area debatterizzante.

«Alla base dello sviluppo di NANO ACTIVE c’è l’attività di ricerca sviluppata nell’arco di mesi sulle proprietà igienizzanti del componente base. Abbiamo cercato, infatti, una sostanza che da un lato garantisse l’efficacia nell’igienizzazione e, dall’altro, fosse sicura per un utilizzo quotidiano. Il risultato ha ottenuto certificazioni prestigiose che confermano l’efficacia della nostra attività di ricerca condotta con la collaborazione di Sensytouch Innovation» afferma il dott. Paolo Landi, titolare di Nanoservice. «I campi di applicazione sono numerosi e la soluzione che abbiamo ideato può essere impiegata per l‘igienizzazione e la protezione di tutti quei contesti con cui si entra a contatto nella nostra vita quotidiana» afferma Eolo Tagliavini, presidente di Sensytouch Innovation, distributore globale della soluzione a base di nanotecnologia. «È, infatti, possibile trattare superfici più ampie come ristoranti, piscine, palestre o ospedali, applicando il prodotto attraverso nebulizzatori. Per massimizzare i vantaggi di questa sostanza, NANO ACTIVE è stata inoltre declinata in due prodotti che garantiscono i migliori risultato su vetro e legno. NANO VETRO non solo disintegra i depositi organici rendendo le superfici autopulenti, ma penetra nel supporto trattato andando a rinforzare la struttura molecolare, diminuendo l’attrito e permettendo così all’acqua di scivolare senza creare aloni. NANO LEGNO, grazie alle sue eccellenti proprietà idrorepellenti, respinge i contaminanti esterni impedendone l’aderenza alle superfici e consentendo quindi di rimuoverli con facilità, anche senza l’utilizzo di prodotti abrasivi. Inoltre, non modifica l’aspetto e la consistenza del legno, è resistente alle alte temperature e alla pulizia a vapore ed è stabile ai raggi UV».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tech
  • 1