La statistica

E in Giappone
la natalità crolla

E in Giappone <br />la natalità crolla
L’invecchiamento della popolazione sta mettendo la nazione sotto pressione

E in Giappone
la natalità crolla

L’invecchiamento della popolazione sta mettendo la nazione sotto pressione

L’anno scorso la popolazione giapponese è diminuita di 512.000 unità. È come se in Svizzera fossero scomparsi in un solo anno gli abitanti di Zurigo e Lugano sommati assieme. È il simbolo manifesto di un crollo della natalità nel Paese più vecchio del mondo, che ritorna ai numeri del 1874. E il trend è destinato ad aggravarsi. Infatti, nel 2020 le nascite dovrebbero calare di ulteriori 900.000 unità. E nello stesso tempo aumentano i decessi, che ci si aspetta tocchino la cifra record di 1,4 milioni nell’anno a venire, il numero più alto dalla fine della 2° guerra mondiale.
Il saldo negativo fra nascite e decessi sta mettendo il Giappone sotto pressione. Poche nascite significano poche nuove forze giovani di lavoro, poche persone che sostituiscano quelle che vanno in pensione e che possano essere di supporto alla crescente popolazione anziana. Si era coniato a suo tempo l’espressione “tsunami d’argento”, ma ora l’ondata ha preso più i caratteri di una “slavina di piombo”.
Naturalmente, il Giappone rappresenta uno specchio per altri Paesi che invecchiano rapidamente. In testa c’è forse la Corea del Sud, ma Stati Uniti e Cina non sono lontani e anche l’Italia vede la popolazione diminuire e invecchiare rapidamente. Ma in Giappone le preoccupazioni aumentano e si calcola che nei prossimi 25 anni la popolazione cali di ben 16 milioni, circa il 13%. Il Governo ha varato incentivi per stimolare il tasso di fertilità, ma con scarso successo.
Effetto paradossale: dato che gli umani diminuiscono, sale il numero di robot usati non solo nella produzione industriale, ma sempre più nelle case e nei luoghi di cura. Proprio per stare vicino agli anziani soli o non autosufficienti. Così, malgrado tutto, tecnologia e innovazione avanzano.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tech
  • 1