Cucina

La cottura è perfetta
con il roner da cucina

La cottura è perfetta <br />con il roner da cucina
Questo strumento professionale permette di preparare le pietanze con la tecnica del sottovuoto, garantendo numerosi vantaggi pratici e nutrizionali

La cottura è perfetta
con il roner da cucina

Questo strumento professionale permette di preparare le pietanze con la tecnica del sottovuoto, garantendo numerosi vantaggi pratici e nutrizionali

La cottura migliore per i cibi è quella che non ne altera il gusto e, soprattutto, ne mantiene integri i nutrienti. Queste due caratteristiche sono garantite dal metodo del sottovuoto, che ha diversi vantaggi, oltre a quello di conservare le proprietà nutritive degli alimenti: succhi e sapori non vengono dispersi; i piatti hanno una cottura omogenea e ottimale; la procedura è economica ed eco-friendly.

Sono tutti questi motivi ad aver permesso ai roner di uscire dalle cucine professionali per trovare posto in quelle casalinghe. Si tratta di dispositivi che consentono di cuocere i cibi a bagnomaria, utilizzando un termostato per impostare, regolare e monitorare la temperatura dell’acqua nella quale vengono riposti gli alimenti, messi in sottovuoto in appositi sacchetti. Il roner da cucina si presta alla preparazione di diversi cibi, tanto da poter diventare un alleato prezioso per chi vuole seguire un regime salutare senza spendere grandi cifre.

Le verdure preparate con il sottovuoto, in particolare, conservano inalterati colori e aromi, ma anche il loro apporto di vitamine. Anche le carni giovano di una cottura a bagnomaria: preparandole all’interno dell’apposito sacchetto non è necessario aggiungere grassi e, in più, si sfruttano i succhi naturali dei diversi tagli. Il roner, inoltre, si mostra adatto anche per pesci e molluschi. La polpa risulta cotta in modo omogeneo, rimanendo morbida e succosa. In più, la tenerezza delle carni permette di rimuovere facilmente le lische.

Nato dall’idea di due chef spagnoli, questo strumento si trova sul mercato in due forme: a sonda cilindrica e a fornello ad acqua. La prima tipologia è, per struttura, simile a un frullatore a immersione. Grazie a dei ganci può essere fissato a qualsiasi recipiente e, tramite un display, consente di regolare la temperatura alla quale si desidera portare l’acqua.

Il roner a fornello, invece, è un vero e proprio recipiente da riempire con acqua. Spesso è dotato anche di scomparti che permettono di cuocere sottovuoto diversi alimenti contemporaneamente e in modo ordinato. Questa seconda tipologia è indicata per chi ha già esperienza nella cottura sottovuoto, ma grazie a un display intuitivo può essere facilmente utilizzato da chiunque.

Sul mercato esistono diversi modelli di roner, che variano per potenza, capacità e funzionalità. Tra gli strumenti più all’avanguardia ci sono quelli provvisti di WiFi e bluetooth, programmabili in qualsiasi posto ci si trovi, anche al di fuori della cucina. In questo modo si può trovare il pasto pronto da portare in tavola appena si torna a casa a fine giornata.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tech & Scienza
  • 1