I numeri

Sommersi da serie tv
che non finiscono mai

Sommersi da serie tv <br />che non finiscono mai
Fatti e cifre di un fenomeno sociale che, anche in Svizzera, ha conquistato pubblico e qualsiasi tipo di schermo

Sommersi da serie tv
che non finiscono mai

Fatti e cifre di un fenomeno sociale che, anche in Svizzera, ha conquistato pubblico e qualsiasi tipo di schermo

Sul tablet, sullo smartphone, sul portatile... E sì, eventualmente pure sulla tv. Anche se, in realtà, le serie sono nate proprio per quest’ultimo «formato», quello del buon vecchio televisore da salotto, da vedere standosene comodamente sul divano. Ma grazie agli abbonamenti e alle piattaforme digitali non ci sono più orari, luoghi o... schermi forzati. Le storie dei personaggi che amiamo ci seguono ovunque e la mitica «abbuffata» di episodi mai come ai giorni nostri è stata alla portata di polpastrello.


In questa infografica ecco i dati più aggiornati sulle abitudini di chi, in Svizzera, segue l’onda di un fenomeno sociale inarrestabile, se non per una breve pausa dopo che si è conclusa la «maratona» di puntate. E allora bisognerà rispondere alla domanda: «E ora, quale guardo?».

Sommersi da serie tv <br />che non finiscono mai

Clicca e scarica il poster nel comodo formato pdf, adatto anche per essere salvato su smartphone e consultato in qualsiasi momento. Oppure scopri tutti i dati rappresentati sotto forma di animazione grafica nel video qui sotto.

Nella Confederazione Netflix spadroneggia (dati 2018) con una quota di utilizzo del 35%; più indietro ci sono Amazon Prime (25%) e Teleclub (10%). Seguono Crunchyroll e Youtube con il 5% ognuna. La fetta più importante per fascia d’età di chi guarda video in streaming va dai 25 ai 35 anni e tocca il 33%.
Chi sorride è sempre Netflix, e lo farà anche nel 2024. Le previsioni della quota di mercato dei servizi di streaming ad abbonamento (in tutto il mondo), infatti, la vedono sempre in testa con un buon 23%, inseguita da tutte le altre: Amazon al 13%, Disney+ all’8%, Apple TV all’1%. Ma sono solo ipotesi, lasciamo tempo al tempo.

Loading the player...
GUARDA IL VIDEO CON L’INFOGRAFICA ANIMATA!

Quel che non sono ipotesi, invece, sono le serie Netflix più viste in Svizzera. «La casa di carta» (finora quattro stagioni prodotte, in realtà due stagioni divise in due parti) è al primo posto. Il racconto, drammatico, ambientato in Spagna di una rapina piuttosto strampalata (irrompere nella zecca di Stato e scappare con il bottino appena «stampato») affascina gli spettatori, anche perché disastri e imprevisti sono sempre dietro l’angolo.


Al secondo posto largo al genere fantasy con «The Witcher» (ferma a una stagione a causa della pademia), basata sulla saga di Geralt di Rivia, nome dell’eroe nato dalla fantasia dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski. Il personaggio è impegnato a uccidere i mostri che infestano un mondo fantastico (ispirato al 1200) popolato da elfi, nani e compagnia. Il tutto per denaro, ovviamente.

Al terzo posto ecco la divertente «Sex Education» (due stagioni), commedia britannica incentrata su Otis-un liceale timido, impacciato e complessato-che si scopre esperto di educazione sessuale grazie al lavoro svolto dalla madre (scrittrice e terapista). E il passo per diventare il consulente per questioni intime (spesso esilaranti) di tutta la scuola è breve...

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tech
  • 1