logo

Chiamano la figlia Blu: finiscono in procura

VOTA IL SONDAGGIO - Genitori milanesi costretti a cambiare il nome della loro bimba di un anno e mezzo - "È unisex"

Archivio CdT
 
22
maggio
2018
14:46
Red. Online

MILANO - Se non si presenteranno in procura sarà il giudice a decidere il nome della bambina di una coppia milanese che ha chiamato la figlia Blu. I genitori, si apprende oggi su "Il Giorno", si trovano costretti a rettificare l'atto di nascita perché Blu è ritenuto "un nome unisex". Andrebbe quindi apposto un onomastico femminile davanti a Blu: per la legge, infatti, "il nome imposto al bambino deve corrispondere al sesso e Blu non è inequivocabilmente attribuibile a una femmina".

La coppia si dovrà presentare giovedì in tribunale per evitare che siano i giudici a decidere al loro posto. La loro intenzione però è di spiegare che si tratta di un nome ormai riconosciuto internazionalmente. "Quando ci siamo presentati all'anagrafe per la registrazione ci avevano avvisato che poteva esserci il rischio di venir richiamati, ma ogni anno, secondo i dati Istat, ci sono circa sette Blu, in prevalenza bambine" hanno dichiarato i genitori.

 

Chiamano la figlia Blu: credi che i genitori debbano avere carta bianca sui nomi da dare ai propri bambini?

44 %
No
53 %
Non so
3 %
Il sondaggio � stato chiuso il 23/05/2018
Prossimi Articoli

Prestigioso premio per i sapori ticinesi

Il Ristorante-Salumeria La Bottega di Mario vince il rinomato Best of Swiss Gastro Award 2019

“Catapultata” dal letto mentre fa sesso, resta paralizzata

La vicenda approda in tribunale: la 46.enne inglese chiede 1,3 milioni di sterline di danni al rivenditore del mobile

“Melania Trump” nuda sulla scrivania del presidente, polemiche

Critiche per il VIDEO del rapper T.I. per il lancio del suo nuovo disco: la sosia della first lady si spoglia alla Casa Bianca - L'ex tycoon: "Disgustoso"

Edizione del 20 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top